Abbandonare lo Skimmer ......

Approfondiamo l'argomento su tutta la tecnica necessaria per un acquario marino di alto livello
Avatar utente
Danireef
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 14508
Iscritto il: 13/07/2011, 9:12
Località: Rimini
Contatta:

Re: Abbandonare lo Skimmer ......

Messaggio da Danireef » 21/02/2016, 15:12

alla fine turf e alghe sono la stessa cosa... variano il tipo di alghe, ma fa figo chiamarlo TURF :-)

Detto questo usare lo schiumatoio a ore è una CAGATA... al limite si toglie il bicchiere...

Avatar utente
Davide_m
Zebrasoma
Zebrasoma
Messaggi: 2083
Iscritto il: 10/01/2015, 12:33
Località: Castano Primo (MI)
Contatta:

Re: Abbandonare lo Skimmer ......

Messaggio da Davide_m » 21/02/2016, 15:40

Personalmente posso dire di averli sperimentati un po tutti.
Penso che ci siano dei vantaggi e degli svantaggi in ogni singolo metodo poichè tutti si basano su un determinato sistema di rimozione di "sporco" presente in ambiente naturale.
Onde, batteri, alghe, Turf, refugium, criptica (c.....a p......a), secchiello di Calfo, DSB, MM sono tipi differenti di un sistema naturale che possiamo solo imitare, male!
Tutti i sistemi esposti possono apportare un giovamento ad ogni vasca, poichè supplirebbe ad una carenza presente nel sistema.
Refugium e MM, sono equivalenti alla lunga...
Turf, come sopra, ma invece di avare alghe in vasca sui vetri le avremmo in un ambiente che non interessa l'estetica...
Skimmer o biologico, dipende tutto da quanto si carica la vasca in fatto di Ammonio/Ammoniaca (questi come base di azoto).
Nella vasca DSB che ho, dove fino a pochi mesi fa c'erano solo coralli e nessun pesce (ora inseriti), inserivo regolarmente la fertilizzazione per acquario di acqua dolce a base di N:P:K, senza alcun problema per coralli o altri invertebrati presenti...

Per l'uso intermittente dello skimmer, se la vasca è veramente tirata, evita la perdita di microelementi. Ma non lo consiglierei mai ad un appassionato...

P.S. con questo non voglio distruggere la discussione, anzi, bello sapere cosa ne pensano gli appassionati di quanto viene proposto dalle nuove tecniche industriali. La prossima che non penso verrà mai proposta per gli acquari ma che mi piacerebbe provare su alcune riproduzioni, è di recente introduzione anche in acquacoltura e fornisce interessanti carichi di biomassa per M^3, (tecnologia del fiocco sospeso)
Davide

Miei Articoli sul Magazine Danireef
Se vuoi chiedermi qualcosa a riguardo c'é l'apposita sezione

Avatar utente
Danireef
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 14508
Iscritto il: 13/07/2011, 9:12
Località: Rimini
Contatta:

Re: Abbandonare lo Skimmer ......

Messaggio da Danireef » 21/02/2016, 16:16

bhè, ma allora lo schiumatoio puoi sbicchierarlo, così ottieni i vantaggi, redox alto ed ossigeno, senza gli svantaggi, asportazione...
però ricordiamoci che lo schiumatoio è anche un salvagente in caso di problemi in acquario, averlo scollegato non fa troppo bene quindi

paperino68
Centropyge
Centropyge
Messaggi: 313
Iscritto il: 18/02/2016, 15:16

Re: Abbandonare lo Skimmer ......

Messaggio da paperino68 » 21/02/2016, 18:30

Danireef ha scritto:bhè, ma allora lo schiumatoio puoi sbicchierarlo, così ottieni i vantaggi, redox alto ed ossigeno, senza gli svantaggi, asportazione...
però ricordiamoci che lo schiumatoio è anche un salvagente in caso di problemi in acquario, averlo scollegato non fa troppo bene quindi
si infatti.. io difatti credo nel turf ma allo stesso tempo vorrei avere uno skimmer a fianco x tirarmi fuori dai guai
lo skimmer a tempo lo usano in USA (scusa il gioco di parole) e se ho ben capito fa così anche CAIRA... io a dirla tutta non so come reagisce il sistema... xò se fosse possibile terrei lo skimmer spento x accenderlo solo al bisogno (occhiometro e valori)

paperino68
Centropyge
Centropyge
Messaggi: 313
Iscritto il: 18/02/2016, 15:16

Re: Abbandonare lo Skimmer ......

Messaggio da paperino68 » 21/02/2016, 18:33

Davide_m ha scritto: P.S. con questo non voglio distruggere la discussione, anzi, bello sapere cosa ne pensano gli appassionati di quanto viene proposto dalle nuove tecniche industriali. La prossima che non penso verrà mai proposta per gli acquari ma che mi piacerebbe provare su alcune riproduzioni, è di recente introduzione anche in acquacoltura e fornisce interessanti carichi di biomassa per M^3, (tecnologia del fiocco sospeso)
che intendi x tecnologia del fiocco sospeso? io conosco la chiariflocculazione grazie alla quale si esportano elementi nocivi x aggregazione tramite formazione di flocculi che x il peso maggiore ricadono

Avatar utente
Davide_m
Zebrasoma
Zebrasoma
Messaggi: 2083
Iscritto il: 10/01/2015, 12:33
Località: Castano Primo (MI)
Contatta:

Re: Abbandonare lo Skimmer ......

Messaggio da Davide_m » 22/02/2016, 14:42

paperino68 ha scritto:che intendi x tecnologia del fiocco sospeso? io conosco la chiariflocculazione grazie alla quale si esportano elementi nocivi x aggregazione tramite formazione di flocculi che x il peso maggiore ricadono
é una notazione estemporanea, di poco valore acquaristico, che non penso possa mai trovare benefici in acquario. Quella cui ti riferisci è un'asportazione, quella che dico io serve sostanzialmente a ridurre l'inquinamento delle acque ed il loro utilizzo in zone sottosviluppate o in via di sviluppo e dove quindi servono grandi quantità di alimenti a basso costo produttivo...
Davide

Miei Articoli sul Magazine Danireef
Se vuoi chiedermi qualcosa a riguardo c'é l'apposita sezione

dnrfdn
Centropyge
Centropyge
Messaggi: 423
Iscritto il: 04/12/2015, 22:59
Località: Torino

Re: Abbandonare lo Skimmer ......

Messaggio da dnrfdn » 27/02/2016, 18:21

Quando guardo la complessità degli impianti industriali progettati da mio padre (che è un ingegnere chimico) vedo sempre che abbina vari stadi in successione, ognuno dedicato alla rimozione di un tipo di molecola inquinante.

Negli acquari alla fine di tutti i cicli di depurazione si ottengono soprattutto Nitrati e altre molecole che non possono più essere processate dal filtro. La combinazione di varie tecnologie potrebbe agire ognuna sulla sua parte specifica di lavoro. Secondo me la combinazione di:
1) Schiumatoio
2) Filtro ad alghe
3) Denitratore
4) Carbone
5) Filtro normale o Percolatore
6) Lampada UV con Ozono

L'unione di tutte queste tecnologie potrebbe ricreare un ciclo dell'azoto completo riuscendo a demolire ed assorbire tutti i tipi di sottoprodotti della decomposizione di qualsiasi sostanza organica (questo ultimo passaggio lo fanno i raggi UV e l'Ozono) rendendo "ipoteticamente" l'acqua della vasca riciclabile all'infinito o perlomeno un cambio una volta all'anno.
Il Cambio una volta all'anno avrebbe l'unica funzione di ripristinare la proporzione di eventuali squilibri tra gli oligo elementi.
Sembrerà un esagerazione associare così tanta roba in una sola vasca ma ogni stadio diventa complementare all'altro.
Non andrebbero comunque utilizzati tutti contemporaneamente ma andrebbero gestiti in base al carico organico con un mini computer o con dei temporizzatori.

dnrfdn
Centropyge
Centropyge
Messaggi: 423
Iscritto il: 04/12/2015, 22:59
Località: Torino

Re: Abbandonare lo Skimmer ......

Messaggio da dnrfdn » 27/02/2016, 18:24

Come avrete capito, io sogno di riuscire ad ottenere un ipotetico acquario ideale autosufficiente in cui ci sia solo da aggiungere l'acqua evaporata.
Credo che con le conoscenze e le tecnologie attuali non siamo troppo lontani da questo traguardo.

Avatar utente
Danireef
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 14508
Iscritto il: 13/07/2011, 9:12
Località: Rimini
Contatta:

Re: Abbandonare lo Skimmer ......

Messaggio da Danireef » 27/02/2016, 18:32

dnrfdn ha scritto:Quando guardo la complessità degli impianti industriali progettati da mio padre (che è un ingegnere chimico) vedo sempre che abbina vari stadi in successione, ognuno dedicato alla rimozione di un tipo di molecola inquinante.
lo so bene, sono ingegnere idraulico e mi sono sempre occupato della depurazione delle acque
Negli acquari alla fine di tutti i cicli di depurazione si ottengono soprattutto Nitrati e altre molecole che non possono più essere processate dal filtro. La combinazione di varie tecnologie potrebbe agire ognuna sulla sua parte specifica di lavoro. Secondo me la combinazione di:
1) Schiumatoio
2) Filtro ad alghe
3) Denitratore
4) Carbone
5) Filtro normale o Percolatore
6) Lampada UV con Ozono

L'unione di tutte queste tecnologie potrebbe ricreare un ciclo dell'azoto completo riuscendo a demolire ed assorbire tutti i tipi di sottoprodotti della decomposizione di qualsiasi sostanza organica (questo ultimo passaggio lo fanno i raggi UV e l'Ozono) rendendo "ipoteticamente" l'acqua della vasca riciclabile all'infinito o perlomeno un cambio una volta all'anno.
Triton parte da presupposti diversi e fa la stessa cosa.
Però non userei molto di quello che hai elencato, perché lo schiumatoio fa già tutto ed il carbone serve a prescindere. Considera che in un acquario ben gestito ed avviato gli inquinanti stanno a zero...
Il Cambio una volta all'anno avrebbe l'unica funzione di ripristinare la proporzione di eventuali squilibri tra gli oligo elementi.
come dice Triton. Ma considera che non c'è bisogno di tutta quella roba, basta lo schiumatoio e rocce vive, ed eventualmente anche morte per avere gli inquinanti a zero... e tanti tanti coralli
Sembrerà un esagerazione associare così tanta roba in una sola vasca ma ogni stadio diventa complementare all'altro.
ma non ce n'è bisogno aumenta le complicazioni e complica il sistema
Non andrebbero comunque utilizzati tutti contemporaneamente ma andrebbero gestiti in base al carico organico con un mini computer o con dei temporizzatori.
Un acquario con coralli ben gestito non ne ha assolutamente bisogno.

Rispondi

Torna a “La tecnica acquariofila nell'acquario marino di barriera”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti