Parliamo di "metodo"

Approfondiamo l'argomento su tutta la tecnica necessaria per un acquario marino di alto livello
Rispondi
Avatar utente
Hkk.2003
Acanthurus
Messaggi: 10283
Iscritto il: 16/11/2014, 23:34
Località: Torino

Parliamo di "metodo"

Messaggio da Hkk.2003 » 28/02/2015, 18:26

Ciao a tutti.

Da buon neofita che ha letto qualche libro, parecchi blog e tantissimi forum, mi ero fatto una mia personale idea di cosa fosse un metodo ovvero un sistema per integrare in vasca vari elementi tra cui oligoelementi, calcio, magnesio e compagnia bella.
Bene o male avevo identificato 3 principali metodi (un po come descritti sul tuo libro) quindi Balling, reattore di calcio e "additivi" più un discorso a parte per l'acqua calcarea.
In ogni modo mi ero messo in testa che il metodo comprendesse una "gestione completa" della vasca, coadiuvata o meno dai cambi d'acqua (mi pare che il Triton non preveda cambi), ora però ho visto che viene chiamato metodo anche il "cioccolata" che mi pare di aver capito preveda solo un nutrimento mirato specifico.

Danilo o qualche altro frequentatore, potete chiarirmi questo punto oscuro?

Se ho scritto castronate non è colpa mia, ma della tastiera swipe e di Taptalk (MI-2S)
Immagine

Facci sapere dove abiti: Geolocalizzazione Utenti DaniReef

Avatar utente
Davide_m
Zebrasoma
Zebrasoma
Messaggi: 2006
Iscritto il: 10/01/2015, 12:33
Località: Castano Primo (MI)
Contatta:

Re: Parliamo di "metodo"

Messaggio da Davide_m » 01/03/2015, 15:33

Ciao, io la intendo così:
Metodo: insieme di tutti i comportamenti che permettono la sopravvivenza degli organismi allevati

esistono varie metodologie, le principali sono:
  • Biologico con filtro a tre stadi o similare
  • Berlinese puro o classico (no fondo, skimmer, reattore di Ca, luci ad elevata intensità)
  • Berlinese con DSB (o Jaubert) (fondo alto, e tutto come sopra)
  • Moltiplicazione batterica o vodka (Come il berlinese ma con aggiunte di carboidrati più o meno complessi)
A questo elenco puoi aggiungere qualsiasi altro a patto che standardizzi tutti gli aspetti dell'acquario (luce, integrazioni, filtraggio, alimentazione, etc)

su queste sono poi state fatte, anche dalle aziende, varie modifiche e correzioni portando alla formulazione di differenti metodi da seguire (Xaqua, Korallen Zucht, Aquamedic, tunze, e molti altri)

Triton, non è un metodo, ma un laboratorio dove hanno esasperato (per il corretto mantenimento degli animali legato alle condizioni chimiche dell'acqua) i Test da effettuare, ma non offrono poi grandi soluzioni se non di chimica ad eventuali scompensi.
Per il balling, non lo considero un metodo di gestione ma un modo differente di reintegrare elementi fondamentali come Ca, Mg, e altri (anche qui esistono molti differenti preparati e composti a seconda di chi li commercializza)
Per il Cioccolata, mantenendosi strettamente alle indicazioni del "fornitore" e non volendo far polemiche: Si somministrano due composti uno che "alimenta" i coralli (un composto per pescatori da mare - o pastura)-promuove la crescita batterica- e un composto a base di amminoacidi ramificati (da palestra) che non fà altro che stimolare la schiumazione a livelli mostruosi.
Tutto IMHO !
Davide

Miei Articoli sul Magazine Danireef
Se vuoi chiedermi qualcosa a riguardo c'é l'apposita sezione

Avatar utente
Davide_m
Zebrasoma
Zebrasoma
Messaggi: 2006
Iscritto il: 10/01/2015, 12:33
Località: Castano Primo (MI)
Contatta:

Re: Parliamo di

Messaggio da Davide_m » 01/03/2015, 15:40

Aggiungo il mio personale e opinabile punto di vista. Personalmente ritengo che se vogliamo forzare in cattività animali che hanno decine e forse centinaia di migliaia di anni, dobbiamo semplicemente fornire loro delle condizioni idonee e rispettare le esigenze chimiche e biologiche. Come questo si raggiunge, non è importante...
Davide

Miei Articoli sul Magazine Danireef
Se vuoi chiedermi qualcosa a riguardo c'é l'apposita sezione

Avatar utente
Hkk.2003
Acanthurus
Messaggi: 10283
Iscritto il: 16/11/2014, 23:34
Località: Torino

Re: Parliamo di

Messaggio da Hkk.2003 » 02/03/2015, 2:20

Grazie per la risposta, in effetti forse avevo le idee un po' confuse tra metodo di gestione e metodo di integrazione.

In ogni caso, il biologico non lo avevo menzionato perchè non credevo potesse essere considerato come metodo per condurre una vasca di coralli, ero dell'idea che i nitrati rilasciati dal filtro biologico fossero eccessivi.

In oltre pensavo che la riproduzione batterica si potesse applicare a qualsiasi tipo di gestione, a partire dal metodo naturale, berlinese o DSB.

In mio intento era quello di capire i metodi di integrazione, senza voler però aprire l'ennesima discussione tra balling e rettori di calcio, perchè di quelli è già piena al rete.
Ho inserito anche il metodo Triton in lista insieme al reattore di calcio, al balling, all'acqua calcarea e all'integratore bi componente in quanto da quel che sto leggendo della recensione di Davide Landolfo, è si assimilabile al Balling tradizionale che prevede ulteriori piccole integrazioni ma non prevede cambi d'acqua.

In ogni caso mi pare di aver capito che il cioccolata pur essendo definito metodo non può essere paragonato ad altri metodi di integrazione.
Davide_m ha scritto:Aggiungo il mio personale e opinabile punto di vista. Personalmente ritengo che se vogliamo forzare in cattività animali che hanno decine e forse centinaia di migliaia di anni, dobbiamo semplicemente fornire loro delle condizioni idonee e rispettare le esigenze chimiche e biologiche. Come questo si raggiunge, non è importante...
Trovo che difficilmente sia opinabile questo tuo esposto e lo condivido in pieno, il tutto sta a identificare il "metodo" più congeniale ed adatto alla propria vasca.
Immagine

Facci sapere dove abiti: Geolocalizzazione Utenti DaniReef

Avatar utente
Danireef
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 14099
Iscritto il: 13/07/2011, 9:12
Località: Rimini
Contatta:

Re: Parliamo di

Messaggio da Danireef » 02/03/2015, 9:52

Condivido quanto detto da Davide.

Il metodo cioccolata viene chiamato così perché questo è il nome datogli dal suo ideatore, tra l'altro Davide, all'interno ci sono anche enzimi non solo aminoacidi.

Detto questo il metodo è quello che identifica tutto il fabbisogno dell'acquario, quindi biologico e/o berlinese, alla fine io ritengo che il DSB (e jaubert etc) siano varianti del berlinese, quindi quasi quasi li assimilo, pur nelle proprie differenze.

La riproduzione batterica, che sia zeovit, elos, fauna marine, etc parte da un berlinese perfetto e ne esaspera i contenuti, ma sono metodi che non possono essere utilizzati sui metodi naturali perché mancano di schiumatoio, che deve essere molto potente, e filtri a zeolite che non avrebbero senso in un metodo naturale. Che poi mettere assieme "metodo naturale" e "moltiplicazione batterica" per me è una contraddizione in termini.

Triton non è un metodo ma una somministrazione mirata, come il balling, o come il reattore di calcio. Non condivido a priori il discorso del mancato cambio d'acqua, anche se potrebbe avere il suo perché, andrebbe solo studiato molto approfonditamente. Per il resto credo che il metodo sia estremamente oneroso, troppo.

Un metodo comunque deve dare le basi per gestire completamente un acquario, ovviamente non può parlare di un singolo aspetto.

Danilo

Avatar utente
Davide_m
Zebrasoma
Zebrasoma
Messaggi: 2006
Iscritto il: 10/01/2015, 12:33
Località: Castano Primo (MI)
Contatta:

Re: Parliamo di

Messaggio da Davide_m » 02/03/2015, 13:57

Ciao,
Personalmente penso che tutto poi sia riconducibile al metodo biologico = naturale poiché tutti i processi che accadono in vasca sono inventati dalla natura...
che sia schiumazione (processo fisico) o moltiplicazione batterica (processo biologico) tutti questi sono stati "inventati" dalla natura, noi non facciamo altro che sfruttarli per un nostro tornaconto.
Anche se la tecnica ci aiuta molto, soprattutto nelle ultime due-tre decadi, la base resta sempre l'osservazione e la comprensione di quello che sta succedendo all'interno di 5 vetri.
Oggigiorno sento sempre più spesso di vasche senza nutrienti, con il massimo della tecnica oggi disponibile (Led, ultra-skimmer, integrazioni maniacali, etc) ma che hanno al contempo molti problemi, di alghe o animali non in salute...
Borneman o Calfo a tal proposito ricordano "More biology and less technology"
Davide

Miei Articoli sul Magazine Danireef
Se vuoi chiedermi qualcosa a riguardo c'é l'apposita sezione

Avatar utente
Hkk.2003
Acanthurus
Messaggi: 10283
Iscritto il: 16/11/2014, 23:34
Località: Torino

Re: Parliamo di "metodo"

Messaggio da Hkk.2003 » 02/03/2015, 23:29

Graze ad entrambi per i vostri chiarimenti.
È sempre piacevole leggere i pareri di appassionati.
Davide, spero di riuscire a ringraziarti di persona ad Erba, ci sarai anche tu Danilo?

Se ho scritto castronate non è colpa mia, ma della tastiera swipe e di Taptalk (MI-2)
Immagine

Facci sapere dove abiti: Geolocalizzazione Utenti DaniReef

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti