Maturazione da Incubo - Chiedo consigli

Approfondiamo l'argomento su tutta la tecnica necessaria per un acquario marino di alto livello
Rispondi
Avatar utente
Hkk.2003
Acanthurus
Messaggi: 10283
Iscritto il: 16/11/2014, 23:34
Località: Torino

Maturazione da Incubo - Chiedo consigli

Messaggio da Hkk.2003 » 14/01/2015, 14:18

Ciao Danilo e ciao a tutti,
ho pensato di chiedere consiglio su una maturazione di una vasca che non mi pare proceda bene e spero di individuare una linea gioda per far partire al meglio questa nuova vasca.

Descrizione Vasca:
BB circa 20 kg rocce
Vasca: 45*45*55
Risalita: NJ1700
Skimmer BM C3.5
Jebao RW4
plafoniera led 120 watt regolata solo al 45% perché appoggiata al bordo vasca (in attesa di ultimare il supporto)

Rocciata ultimata il 13/12

Dal 13 al 27 ho dosato prima batteri Stability della seachem (rimasuglio) finiti ho dosato batteri Elos A1 finendo il boccetto il 27.
Poi sono partito, la vasca l'ho lasciata con qualche piccola alga sulle rocce, ho regolato lo skimmer al minimo non potendo svuotarlo e poi via in Sardegna per fine anno ... al ritorno ho trovato una scena tragica:

Immagine
Immagine

Ho tolto dalla superficie dell'acqua con un colino la seguente melma:

Immagine

E la vasca, una volta puliti i vetri si presentava così:

Immagine
Immagine

Io ho visto un mare di ciano, Dino e filamentose....
Le ultime le aspettavo, ma imprime due proprio no.

Per i ciano e i Dino, non so spiegarmi il motivo. L'acqua di osmosi la produco io con un 4 stadi aqua1 nuovo di trinca.
Non ho mai fatto il test silicati (ho le resine anti silicati nuove) anche perché le altre due vasche non presentano problemi.

Ho atteso ancora un po' di tempo ma la situazione è abbastanza statica (foto di ieri):

Immagine
Immagine
Immagine

La cosa che mi preoccupa di più, però, è che in vasca non vedo vita. A parte pochissime stomatelle, non ci sono ne ofiure ne spirografi ne tanto meno qualsiasi tipo di fauna betonica.

Posso ancora aggiungere che la maggior parte delle rocce è arrivata in vasca direttamente dall'importatore, senza vedere la vasca del negoziante. Prima di raggiungere la rocciata definitiva, però, l'ho rifatta varie volte ed in questo periodo le rocce sono rimaste al buio. Prima dell'ultima rocciata, però, visto che l'odore di marcio era ormai troppo nauseabondo, ho spazzolato le rocce prima di ultimare la composizione.

In ogni caso, ad un mese da quando ho ultimato la rocciata, mi sento un pochino demoralizzato e vorrei "aiutare" un po' la maturazione.

Ho pronto ZEOback + ZEOstart3 ma non so se iniziare a dosaggi o meno... Ma soprattutto non so se una volta aperti vanno tenuti in frigo oppure no.

In oltre ho visto su alcuni siti (@Davide_m potrà essere più specifico a questo proposito) in vendita Copepodi o altri tipi di fauna betonica, può essere il caso di provare a inserire un po' di fauna in vasca ? I rotiferi possono servire allo scopo ?

Come sempre grazie a tutti in anticipo ....
Immagine

Facci sapere dove abiti: Geolocalizzazione Utenti DaniReef

Avatar utente
Danireef
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 14656
Iscritto il: 13/07/2011, 9:12
Località: Rimini
Contatta:

Re: Maturazione da Incubo - Chiedo consigli

Messaggio da Danireef » 14/01/2015, 14:41

Sicuramente popolare l'acquario non sarebbe una cattiva idea, anche prendendo un po' di sabbia se ce l'hai dagli altri tuoi acquari, oppure mettendoci una piccola roccetta presa da ognuno dei tuoi acquari.

Non avrei dosato batteri all'inizio, anche se questi non dovrebbero di certo averti creato quel problema che hai, perché stai facendo sviluppare e vuoi quelli delle rocce, quindi perché dosarne di altri?

Sei partito con un mese di buio totale? Se no, perché? Io se prendo rocce non stabulate faccio (o consiglio di fare) un mese di buio, altrimenti se le rocce sono già stabilizzate parto subito con un piccolo fotoperiodo.
Ad esempio i dino con un mese di buio li uccidi tutti, senza alcun problema.

In genere i primi 30 giorni si fanno al buio e senza test. Tu che valori leggi oggi in acquario?

Avatar utente
Hkk.2003
Acanthurus
Messaggi: 10283
Iscritto il: 16/11/2014, 23:34
Località: Torino

Re: Maturazione da Incubo - Chiedo consigli

Messaggio da Hkk.2003 » 14/01/2015, 16:20

Grazie di aver risposto.
come sai ci sono diverse teorie su come gestire tra le altre cose anche la maturazione.
In vasca ci sono circa 22 Kg di rocce vive, prelevate all'occorrenza in un catino contenente 6 kg di rocce stabulate e 24 kg di rocce non stabulate.
In totale le rocce non stabulate sono state in vasca senza luce per circa 15 giorni, ma appena ultimata la rocciata, ho iniziato subito con la luce.
Come ho scritto sopra ho letto vari esperienze di maturazione sui forum e tirate le somme ho voluto dare luce subito. La scorsa estate, una rocciata di 28 kg di rocce, con circa 19 di rocce non stabulate, partita subito con pieno fotoperiodo, ha avuto una maturazione magnifica, istantanea e dopo circa 20 giorni la vasca mi sorrideva ed dopo aver fatto i test anche i risultati mi hanno sorriso.

Memore di questa maturazione ho tentato di ripeterla e avendo spazzolato le rocce, ho inizialmente dosato batteri con la speranza che si salvasse qualcosa.
Oltre alla rocciata, per il momento è stata inserita una roccetta sottratta da un acquario super avviato di un negozio. Nel contempo ho messo una roccetta (precedentemente tenuta in sump) nella vasca (un 26 litri) sperando che si popolasse di spirografi e astree ma visto che è solo un mese che l'ho inserita, non l'ho ancora traslocata. Nel 160 litri, invece, ho una rocca sintetica che avevo provato a prendere tempo fa che matura ormai da 4 mesi e contavo di spostarla solo al termine della fase algale.

Posso comprendere che tu non condivida l'idea di dare subito pieno fotoperiodo ma è una pratica largamente diffusa e che avendo già sperimentato ho voluto utilizzare. Sia ben chiaro che non l'ho fatto per abbreviare il tempo di maturazione ma solo per preservare il più possibile la popolazione batterica ancora presente.

Detto questo, mi sono stati dati i soliti consigli strani su come affrontare questo termine della fase algale, si va dall'acqua ossigenata alla settimana di buio completo dosando massicciamente batteri.

Al di la di questo, posso dirti che ad occhio i ciano stanno sparendo e dopo un ricircolo forzato da un pompa, le rocce sono parecchio più pulite e i vetri ad una settimana di distanza sono ancora abbastanza puliti.

Al di la che sono conscio che la maturazione deve ancora progredire, e che prima di tutto devo testare i valori (ammesso che sia il caso) si possono inserire detrivori o copepodi ?
Immagine

Facci sapere dove abiti: Geolocalizzazione Utenti DaniReef

Avatar utente
Danireef
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 14656
Iscritto il: 13/07/2011, 9:12
Località: Rimini
Contatta:

Re: Maturazione da Incubo - Chiedo consigli

Messaggio da Danireef » 14/01/2015, 17:16

Hkk.2003 ha scritto:Grazie di aver risposto.
come sai ci sono diverse teorie su come gestire tra le altre cose anche la maturazione.
bhè in verità secondo me c'è solo un modo di procedere e tante variazioni sul tema.
In vasca ci sono circa 22 Kg di rocce vive, prelevate all'occorrenza in un catino contenente 6 kg di rocce stabulate e 24 kg di rocce non stabulate.
In totale le rocce non stabulate sono state in vasca senza luce per circa 15 giorni, ma appena ultimata la rocciata, ho iniziato subito con la luce.
Come ho scritto sopra ho letto vari esperienze di maturazione sui forum e tirate le somme ho voluto dare luce subito. La scorsa estate, una rocciata di 28 kg di rocce, con circa 19 di rocce non stabulate, partita subito con pieno fotoperiodo, ha avuto una maturazione magnifica, istantanea e dopo circa 20 giorni la vasca mi sorrideva ed dopo aver fatto i test anche i risultati mi hanno sorriso.
Statisticamente sei stato fortunato la volta scorsa.
Il buio, protratto a lungo si fa per far morire ogni forma di vita superiore, compresi e soprattutto alcuni organismi patogeni come i dinoflagellati.
Poi la luce si incrementa lentamente per evitare una esplosione algale ed una esplosione batterica.
Può funzionare facendo diversamente, ma è un caso, una volta capito come funziona il giochino infatti è abbastanza lecito capire perchè convenga comportarsi in questo modo.
Unica variazione, che potrebbe convenire, è quella di prendere rocce stabilizzate in una sump nel negozio che quindi non hanno bisogno del mese di buio.
Allo stesso modo a volte, prendendo rocce stabilizzate, si incomincia con fotoperiodo pieno perché ci si travasa da un altro acquario, o per problematiche importanti.

Facendo diversamente si va incontro a quello che sta succedendo da te. 90 volte su 100 è così. E' un rischio che ogni tanto amiamo prenderci... ma pur sempre un rischio
Memore di questa maturazione ho tentato di ripeterla e avendo spazzolato le rocce, ho inizialmente dosato batteri con la speranza che si salvasse qualcosa.
Questo è un controsenso. Tu vuoi preservare i batteri delle rocce, se ci metti dei batteri chimici questi potrebbero avere il sopravvento su quelli presenti nelle rocce. Quindi è inutile quando anche dannoso.
Oltre alla rocciata, per il momento è stata inserita una roccetta sottratta da un acquario super avviato di un negozio. Nel contempo ho messo una roccetta (precedentemente tenuta in sump) nella vasca (un 26 litri) sperando che si popolasse di spirografi e astree ma visto che è solo un mese che l'ho inserita, non l'ho ancora traslocata. Nel 160 litri, invece, ho una rocca sintetica che avevo provato a prendere tempo fa che matura ormai da 4 mesi e contavo di spostarla solo al termine della fase algale.

Posso comprendere che tu non condivida l'idea di dare subito pieno fotoperiodo ma è una pratica largamente diffusa e che avendo già sperimentato ho voluto utilizzare. Sia ben chiaro che non l'ho fatto per abbreviare il tempo di maturazione ma solo per preservare il più possibile la popolazione batterica ancora presente.
diffusa fino ad un certo punto, non considerare quello che leggi un un forum o su facebook come la normalità :-)
Detto questo, mi sono stati dati i soliti consigli strani su come affrontare questo termine della fase algale, si va dall'acqua ossigenata alla settimana di buio completo dosando massicciamente batteri.
Al di la di questo, posso dirti che ad occhio i ciano stanno sparendo e dopo un ricircolo forzato da un pompa, le rocce sono parecchio più pulite e i vetri ad una settimana di distanza sono ancora abbastanza puliti.
Al di la che sono conscio che la maturazione deve ancora progredire, e che prima di tutto devo testare i valori (ammesso che sia il caso) si possono inserire detrivori o copepodi ?
allora scindiamo la cosa in due parti.
Ci sono organismi dannosi che vanno debellati, come i dinoflagellati. Spesso, per non dire quasi sempre, se ne vanno da soli. Ma se non se ne vanno prima o poi dovrai tenerne conto. Quindi rifare adesso una fase di buio servirebbe a debellare loro, e non solo loro.
Per il resto hai solo avuto delle esplosioni, ti tocca fartele tutte, non ci sono scorciatoie... qualsiasi cosa fai, acqua ossigenata, chemiclean, non farà altro che far tardare la maturazione...

siediti ed aspetta :-)

Se non hai intenzione di fare il buio puoi inserire i detritivori come lumache e paguri, ma solo se i valori sono abbastanza buoni, nitrati, fosfati e soprattutto ammoniaca (o nitriti)

Danilo

Avatar utente
Hkk.2003
Acanthurus
Messaggi: 10283
Iscritto il: 16/11/2014, 23:34
Località: Torino

Re: Maturazione da Incubo - Chiedo consigli

Messaggio da Hkk.2003 » 14/01/2015, 23:54

Danireef ha scritto:Ci sono organismi dannosi che vanno debellati, come i dinoflagellati. Spesso, per non dire quasi sempre, se ne vanno da soli. Ma se non se ne vanno prima o poi dovrai tenerne conto. Quindi rifare adesso una fase di buio servirebbe a debellare loro, e non solo loro.
Per il resto hai solo avuto delle esplosioni, ti tocca fartele tutte, non ci sono scorciatoie... qualsiasi cosa fai, acqua ossigenata, chemiclean, non farà altro che far tardare la maturazione...

siediti ed aspetta :-)

Se non hai intenzione di fare il buio puoi inserire i detritivori come lumache e paguri, ma solo se i valori sono abbastanza buoni, nitrati, fosfati e soprattutto ammoniaca (o nitriti)

Danilo
Ciao Danilo,
come sempre grazie per l'intervento.
Sul periodo di buio o sul dare subito luce, ho trovato eterni 3D su tutti i forum nazionali ed esteri e se da una parte i drtratori del mese di buio declamano tutti i micro organismi che spariscono in questo perido, dall'altra parte i guerrieri della luce sostengono che le rocce hanno già fatto vari periodi di buio tra raccolta, spedizione etc etc e che un ulteriore periodo di buio rischia di decimare quel poco che è sopravvissuto al trasporto.

Detto questo, mi sono lascaito convincere (q euesta è orami la terza volta) dai guerrieri della luce e se da una parte l'esplosione algale la davo per sconata, non mi aspettavo i dino ma soprattutto non mi aspettavo la totale assenza della fauna betonica e questa non credo potesse compraire con il mese di buio.

Allo stato attuale, non sono particolarmente preoccupato delle alghe presenti in vasca, ne tantomeno dai ciano (negli altri casi se ne sono sempre andati al momento opportuno). I dino mi preoccupano un pochino in più, ma fin che rimangono isolati su quella roccia, piuttosto la estraggo e la faccio bollire e la reinserisco.

Quello che più mi preoccupa è la totale assenza di fauna spontanea e che quini di fa dubitare della salute della vasca.

Se a tuo avviso un periodo di buio (proprio un mese o basta anche meno) può migliorare la situazione, basta diro e stacco anche subito i timer, ma pensare di attendere un mese di buio, per poi dare gradualmente luce ed avere una nuova esplosione algale, bhe, non posso dire che la cosa mi alletti ....

Per il resto, ovviamente se dovessi decidere di inserire qualche alghivoro (pensavo ad una turbo o c'è qualcosa di meglio?) farei prima i test accurati degli inquinanti. A questo proposito io non ho mai acquistato il test dell'ammoniaca, secondo te è necessario o posso basarmi sul risutati dei soliti inquinati noti come NO2, NO3 e PO4 (test Elos e Nyos)? In caso tu mi dica di acquistare anche il test per l'NH4.

A tuo avviso, la cosa migliore da fare (oltre a tenere le mani in tasca) è un periodo (lungo quanto?) di buio, oppure continuare la maturazione ad oltranza ?
Un alghivoro (che paguri sono alghivori?) può essere indicato anche in caso di buio oppure no ?

Come sempre grazie delle tue dritte ...

P.S. L'acqua ossigenata proprio non mi tenta, temo una morte totale del poco che di vivo c'è in vasca e il chemiclean (che ho anche già acquistato) conto di non usarlo se non quando avrò una vasca totalmente arrossata dai ciano ^_^
Immagine

Facci sapere dove abiti: Geolocalizzazione Utenti DaniReef

Avatar utente
Danireef
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 14656
Iscritto il: 13/07/2011, 9:12
Località: Rimini
Contatta:

Re: Maturazione da Incubo - Chiedo consigli

Messaggio da Danireef » 15/01/2015, 9:52

Hkk.2003 ha scritto: Ciao Danilo,
come sempre grazie per l'intervento.
Sul periodo di buio o sul dare subito luce, ho trovato eterni 3D su tutti i forum nazionali ed esteri e se da una parte i drtratori del mese di buio declamano tutti i micro organismi che spariscono in questo perido, dall'altra parte i guerrieri della luce sostengono che le rocce hanno già fatto vari periodi di buio tra raccolta, spedizione etc etc e che un ulteriore periodo di buio rischia di decimare quel poco che è sopravvissuto al trasporto.
Bhe ma le rocce devono servire solo ed esclusivamente per i ceppi batterici, mica per altro...
Spesso quello che sopravvive sulle rocce è più dannoso che altro... o speri di trovarci dei pezzi di acropora??? :-)
Detto questo, mi sono lascaito convincere (q euesta è orami la terza volta) dai guerrieri della luce e se da una parte l'esplosione algale la davo per sconata, non mi aspettavo i dino ma soprattutto non mi aspettavo la totale assenza della fauna betonica e questa non credo potesse compraire con il mese di buio.
I dino, come altre piaghe dell'acquario, sono possibili, come ripetuto prima è anche per loro che si fa il mese TOTALE di buio.
L'assenza della fauna bentonica invece è molto più grave... come se le rocce non fossero vive...
Allo stato attuale, non sono particolarmente preoccupato delle alghe presenti in vasca, ne tantomeno dai ciano (negli altri casi se ne sono sempre andati al momento opportuno). I dino mi preoccupano un pochino in più, ma fin che rimangono isolati su quella roccia, piuttosto la estraggo e la faccio bollire e la reinserisco.
Allora estraila subito... spazzolala subito e mettila in sump... al buio dovrebbero morire
Quello che più mi preoccupa è la totale assenza di fauna spontanea e che quini di fa dubitare della salute della vasca.
confermo
Se a tuo avviso un periodo di buio (proprio un mese o basta anche meno) può migliorare la situazione, basta diro e stacco anche subito i timer, ma pensare di attendere un mese di buio, per poi dare gradualmente luce ed avere una nuova esplosione algale, bhe, non posso dire che la cosa mi alletti ....
No, non servirebbe per quello. Quindi se non ti fanno paura gli organismi spontanei "dannosi", continua pure con la luce.
Per il resto, ovviamente se dovessi decidere di inserire qualche alghivoro (pensavo ad una turbo o c'è qualcosa di meglio?) farei prima i test accurati degli inquinanti. A questo proposito io non ho mai acquistato il test dell'ammoniaca, secondo te è necessario o posso basarmi sul risutati dei soliti inquinati noti come NO2, NO3 e PO4 (test Elos e Nyos)? In caso tu mi dica di acquistare anche il test per l'NH4.
Più che altro per verificare come stia andando l'acquario. E' molto probabile che bastino i nitrati, ma se hai i nitrati alti? Allora misuri i nitriti. E se sono alti anche loro allora l'ammoniaca.
A tuo avviso, la cosa migliore da fare (oltre a tenere le mani in tasca) è un periodo (lungo quanto?) di buio, oppure continuare la maturazione ad oltranza ?
Lascia che la maturazione faccia il suo corso.
Un alghivoro (che paguri sono alghivori?) può essere indicato anche in caso di buio oppure no ?
No, se fai buio non inserire animali, altrimenti ricci, paguri e lumache, trochus, turbo, etc possono darti una mano
Come sempre grazie delle tue dritte ...
un piacere
P.S. L'acqua ossigenata proprio non mi tenta, temo una morte totale del poco che di vivo c'è in vasca e il chemiclean (che ho anche già acquistato) conto di non usarlo se non quando avrò una vasca totalmente arrossata dai ciano ^_^
:-)

Avatar utente
Davide_m
Zebrasoma
Zebrasoma
Messaggi: 2108
Iscritto il: 10/01/2015, 12:33
Località: Castano Primo (MI)
Contatta:

Re: Maturazione da Incubo - Chiedo consigli

Messaggio da Davide_m » 15/01/2015, 11:50

Ciao,
come richiesto da Hkk.2003 rispondo a questa discussione:
Posso notare la pompa nella prima foto che punta verso il vetro anteriore e leggermente in basso opposta allo scarico, la sposterei in posizione laterale opposta allo scarico a metà altezza posizionata verso l'alto in modo da favorire l'ossigenazione.
Le rocce non sembrano essere state pulite. Non vengono riportati valore di nutrienti ed inquinanti (anche se dicono tutto e niente).
I cianobatteri al 80% sono dovuti a scarse concentrazioni di ossigeno disciolto, i ciano ad una presenza di silicati in acqua - che può tuttavia non essere riscontrata dai nostri test.
Anche se tendenzialmente sono contrario al buoi in avvio, in questo caso forse varrebbe la pena di farlo associandolo ad una nuova ripartenza con pulizia di acqua e rocce vive.
Davide

Miei Articoli sul Magazine Danireef
Se vuoi chiedermi qualcosa a riguardo c'é l'apposita sezione

Avatar utente
Hkk.2003
Acanthurus
Messaggi: 10283
Iscritto il: 16/11/2014, 23:34
Località: Torino

Re: Maturazione da Incubo - Chiedo consigli

Messaggio da Hkk.2003 » 15/01/2015, 18:03

Grazie di aver risposto.
Le rocce sono state spazzolate tutte ad una ad una prima dell'ultima rocciata.
Come scritto le rocce hanno fatto solo pochi giorni di luce e poi in pochi giorni sono passato da zero 10 ore di fotoperiodo e continua tuttora.
Per il movimento mi dimentico sempre di ordinare un magnete spesso massimo 2mm per poter mettere la pompa anche sull'altro lato, in ogni caso l'idea che mi ero fatto delle pompe è la seguente:

Immagine

Non ho riportato alcun valore dei test perchè ad occhio non mi è ancora sembrato il momento di farli.
Come scritto prima, non sono tanto i ciano a preoccuparmi, i Dino mi inquietano di più ma quello che veramente mi spaventa molto è la quasi totale assenza di fauna spontanea e considerando che le rocce erano molto cariche di "residui", credevo si sarebbero sviluppate in tutt'altro modo.
In ogni caso, mi ha comunque stupito che i residui presenti sulle rocce siano marciti completamente in quei 10 giorni di buio, al punto da doverle spazzolare poderosamente prima di poter ultimare la rocciata.
Detto questo, non so se sia il caso di procedere con la maturazione (con o senza un ulteriore periodo di buio) o se sia il caso di prendere provvedimenti ad esempio cambiando buona parte di rocce con alcune prese da vasche "vive" o ancora, mi chiedevo se era possibile impiantare copepepodi o simili ....

^_^ Grazie a tutti
Immagine

Facci sapere dove abiti: Geolocalizzazione Utenti DaniReef

Avatar utente
Hkk.2003
Acanthurus
Messaggi: 10283
Iscritto il: 16/11/2014, 23:34
Località: Torino

Re: Maturazione da Incubo - Chiedo consigli

Messaggio da Hkk.2003 » 15/01/2015, 19:21

Dimenticavo di dire che nell'ultimo periodo ho saltuariamente dosato un po' di phyto (ora l'ho finito devo andare a comprarlo) in piccole dosi pensando che potesse aiutare a svilupparsi la fauna ....
Immagine

Facci sapere dove abiti: Geolocalizzazione Utenti DaniReef

Avatar utente
Hkk.2003
Acanthurus
Messaggi: 10283
Iscritto il: 16/11/2014, 23:34
Località: Torino

Re: Maturazione da Incubo - Chiedo consigli

Messaggio da Hkk.2003 » 17/01/2015, 23:22

Update, in attesa di consigli sul post precedente, aggiungo che oggi sono andato a repuperare un paio di roccette da vasche mature (una dalla vasca delgi SPS di un noto negozio locale e le altre piccine da vasche di pesci da esposizione).

In oltre ho fatto i test all'acqua e a parte la salinità alta (ma me lo aspettavo visto che sto schiumando bagnato) il resto dei valori è strabiliante:

Densità: 36‰
NO2: 0
NO3: 0
PO4: 0

Per i fosfati e i nitrati non ho la certezza del valore perchè le alghe potrebbero mascherare i veri valori, ma per una vasca di 50 giorni con 40 di rocce e 30 di luce, mi pare che non sia messa malissimo.

Ora con la speranza che le roccette inserite oggi trasferiscano un po' di bentos conto di posticipare la decisione del mese di buio ....
Immagine

Facci sapere dove abiti: Geolocalizzazione Utenti DaniReef

Rispondi

Torna a “La tecnica acquariofila nell'acquario marino di barriera”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti