CITES e coralli

Dubbi, curiosità, necessità degli organismi che andremo ad inserire in acquario
angelo2204
Calloplesiops
Calloplesiops
Messaggi: 942
Iscritto il: 23/11/2015, 23:39

Re: CITES e coralli

Messaggio da angelo2204 » 09/10/2017, 23:20

Danireef ha scritto:
09/10/2017, 15:55
Un privato però mi pare non debba necessariamente detenere il CITES o mi sbaglio?
Quando chiesi a un negoziante mi disse che alla fine non avendo un commercio ,quindi non avendo introiti dalla vendita, si poteva evitare il cites...cosa diversa sarebbe per un negoziante giustificare un introito senza cites....
Davide perdonami le domande che possono sembrare stupide ma siamo in tanti a non avere le idee chiare...
-avendo scambiato coralli che hanno perso il cites nella notte dei tempi come lo ritrovo?
-se chiedo al negoziante il cites (esempio) della sua montipora e con quello registo la mia?
-si deve denunciare entro dieci giorni...nel caso del camaleonte se pesa cento grammi o un chilo riesci a farti un idea sull eta,ma nel caso del corallo come ti contestano i dieci giorni? Poi sicuramente non si porta in visione il corallo alla forestale quindi è una sorta di dichiarazione potrei anche andare la e vantarmi di aver riprodotto centro acropore.....
- se domani mi esplode la vasca e non denuncio le morti, avendo soltanto io il registo, come si procede?
Perdonami il numero di domande elevate ma anche leggendo le normative si capisce poco

Avatar utente
Hkk.2003
Acanthurus
Messaggi: 10283
Iscritto il: 16/11/2014, 23:34
Località: Torino

Re: CITES e coralli

Messaggio da Hkk.2003 » 10/10/2017, 9:31

Ma la Xenia necessita di cites?
Se è così ho bisogno di un registro al bimestre....

Sent from my MI 5s using Tapatalk

Immagine

Facci sapere dove abiti: Geolocalizzazione Utenti DaniReef

Avatar utente
Davide_m
Zebrasoma
Zebrasoma
Messaggi: 1454
Iscritto il: 10/01/2015, 12:33
Località: Castano Primo (MI)
Contatta:

Re: CITES e coralli

Messaggio da Davide_m » 10/10/2017, 11:04

angelo2204 ha scritto:
09/10/2017, 23:20
Quando chiesi a un negoziante mi disse che alla fine non avendo un commercio ,quindi non avendo introiti dalla vendita, si poteva evitare il cites...
Si, in teoria è vero, come ho detto con l'esempio sulle tridacne: di queste il CITES serve solo per denunciarne la morte -> cosa che sarebbe sempre da fare. Il negozio inoltre è tenuto a tenere lo scheletro del corallo fino a verifica del CFS (che però non avvengono mai nei nostri casi!
angelo2204 ha scritto:
09/10/2017, 23:20
Davide perdonami le domande che possono sembrare stupide ma siamo in tanti a non avere le idee chiare...
-avendo scambiato coralli che hanno perso il cites nella notte dei tempi come lo ritrovo?
Quasi impossibile, è per quello che conviene farselo rilasciare al momento..
angelo2204 ha scritto:
09/10/2017, 23:20
-se chiedo al negoziante il cites (esempio) della sua montipora e con quello registo la mia?
Il neogozio non può più vendere la sua in regola (e qui il gioco di non rilasciare il CITES al cliente)
angelo2204 ha scritto:
09/10/2017, 23:20
-si deve denunciare entro dieci giorni...nel caso del camaleonte se pesa cento grammi o un chilo riesci a farti un idea sull eta,ma nel caso del corallo come ti contestano i dieci giorni? Poi sicuramente non si porta in visione il corallo alla forestale quindi è una sorta di dichiarazione potrei anche andare la e vantarmi di aver riprodotto centro acropore.....
Si certo, corretto, ma i 10 gg sono indicativi, anche nei volatili la sezione della mia zona permette tempistiche maggiori, per snellirsi il lavoro. Gli uccelli che muoino dopo i 10 gg dovrebbe esserne denunciata la morte, per questo hanno ufficiosamente prorogato la registrazione a 30gg
angelo2204 ha scritto:
09/10/2017, 23:20
- se domani mi esplode la vasca e non denuncio le morti, avendo soltanto io il registo, come si procede?
Perdonami il numero di domande elevate ma anche leggendo le normative si capisce poco
se hai il registro, lo sanno anche i CFS, in questo caso tieni gli scheletri di tutti i coralli

Roberto Ferri
Chrysiptera
Chrysiptera
Messaggi: 25
Iscritto il: 08/02/2013, 19:38

Re: CITES e coralli

Messaggio da Roberto Ferri » 10/10/2017, 22:37

Ciao
il fatto di denunciare la taleazione di un corallo protetto è, ma non deve essere solo, una questione legislativa. Lo dobbiamo alla barriera, lo dobbiamo a noi stessi. Dobbiamo sviluppare una nuova filosofia nella gestione dell'acquario marino di coralli. Una filosofia che unisce la conoscenza di ciò che abbiamo in acquario (tassonomia) al rispetto della natura e delle regole.
Una carta d' identità del nostro acquario che descriva: il nome propio di una colonia, le sue esigenze, la provenienza, il fornitore, la data di acquisto, ed il CITES.
La talea prende il CITES della madre, cambia solo la fonte. L'ente preposto ( la vecchia forestale) non può attribuire il numero di CITES, questo è compito del paese esportatore e dell'ente governativo di quel paese durante il censimento dei coralli e delle quote da attribuire ai vari exportatori. esempio: PWS2017 -AU000852-35980 MCE 04020 dove AU sta per Australia.
Roberto

Avatar utente
Hkk.2003
Acanthurus
Messaggi: 10283
Iscritto il: 16/11/2014, 23:34
Località: Torino

Re: CITES e coralli

Messaggio da Hkk.2003 » 10/10/2017, 22:51

Grazie dell'intervento Roberto, non ho però capito come può una talea ereditare il numero della madre.....

Sent from my MI 5s using Tapatalk

Immagine

Facci sapere dove abiti: Geolocalizzazione Utenti DaniReef

angelo2204
Calloplesiops
Calloplesiops
Messaggi: 942
Iscritto il: 23/11/2015, 23:39

Re: CITES e coralli

Messaggio da angelo2204 » 11/10/2017, 23:40

Io come cites dei coralli che ho preso in negozio hanno molto meno numeri di quello postato da Roberto....

Roberto Ferri
Chrysiptera
Chrysiptera
Messaggi: 25
Iscritto il: 08/02/2013, 19:38

Re: CITES e coralli

Messaggio da Roberto Ferri » 12/10/2017, 8:51

Ciao, in effetti questi sono i documenti che si presentano all'ufficio della forestale della mi zona, presumo cmq che sia un regolamento almeno nazionale. Quello riportato è un CITES di una colonia TENUIS Y. Australiana, recentemente importata.

Avatar utente
Davide_m
Zebrasoma
Zebrasoma
Messaggi: 1454
Iscritto il: 10/01/2015, 12:33
Località: Castano Primo (MI)
Contatta:

Re: CITES e coralli

Messaggio da Davide_m » 12/10/2017, 14:13

Ieri mattina sono andato presso gli uffici territoriali del nucleo CITES di Milano per il ritiro del registro, tra le molte domande e le poche risposte una ha preso il sopravvento:
  • Io: "devo rilasciare qualcosa al cliente che mi acquista il corallo"
  • Carabiniere: "Il documento di cessione ai fini CITES deve sempre essere rilasciato al cliente finale in duplice copia (negozio e cliente reciprocamente firmati)"
Nel documento devono essere riportati i riferimenti di legge (dlgs etc) e specifico riferimento (art. e comma) che sono state fornite tutte le istruzioni al cliente per mantenere al meglio l'esemplare...

Su molte altre domande non ha invece saputo darmi risposta e mi ha consigliato di scrivergli una mail che girerà alla sezione "procedure" che mi contatterà con le risposte.

Avatar utente
Hkk.2003
Acanthurus
Messaggi: 10283
Iscritto il: 16/11/2014, 23:34
Località: Torino

Re: CITES e coralli

Messaggio da Hkk.2003 » 12/10/2017, 21:36

Io oggi ho cercato invano di contattare la sezione di Torino, ma non ho avuto risposta...

Sent from my MI 5s using Tapatalk

Immagine

Facci sapere dove abiti: Geolocalizzazione Utenti DaniReef

angelo2204
Calloplesiops
Calloplesiops
Messaggi: 942
Iscritto il: 23/11/2015, 23:39

Re: CITES e coralli

Messaggio da angelo2204 » 12/10/2017, 22:01

Bisogna ammettere che esclusi i negozianti nessuno ci ha capito molto di questo cites....
Magari se Danilo può farci un articoletto non sarebbe male....

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti