PICO-MED

Avatar utente
Jonathan Betti
Zebrasoma
Zebrasoma
Messaggi: 4369
Iscritto il: 20/01/2013, 20:26
Località: Rimini

Re: PICO-MED

Messaggio da Jonathan Betti » 29/12/2019, 22:32

Sti maledetti Dino nn vengono fuori con la plafo spenta, nonostante la vaschetta sia comunque illuminata dal sole di giorno e saltuariamente da luce artificiale la sera...
Ieri ho iniziato a dosare acqua ossigenata al 3% vediamo che succedeImmagine

Inviato dal mio FIG-LX1 utilizzando Tapatalk


Avatar utente
Danireef
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 18533
Iscritto il: 13/07/2011, 9:12
Località: Rimini
Contatta:

Re: PICO-MED

Messaggio da Danireef » 30/12/2019, 18:26

Diciamo che dino e ciano sono due cose completamente diverse, possibile che i cambi con acqua di mare "pulita" possano eliminarli

Avatar utente
dnrfdn
Calloplesiops
Calloplesiops
Messaggi: 810
Iscritto il: 04/12/2015, 22:59
Località: Torino

Re: PICO-MED

Messaggio da dnrfdn » 27/01/2020, 23:19

Per qualche motivo misterioso mi sono perso tutta questa bellissima discussione.
Me la sono letta adesso tutta di un fiato, praticamente ha realizzato il mio sogno nel cassetto.
Chissà se quest'anno riuscirò a realizzare anche io il mio mediterraneo, purtroppo sono lontano dal mare :cry:

Ho misurato l'acqua del fiume di Rimini (dimenticato il nome) fino alla foce e tutta la zona intorno al porto ha (aveva) una densità di 1018-1020 quindi leggermente salmastra.

Ho preso dei campioni di alghe ma purtroppo la mia "piovra famelica" la Salaria fasciata, le ha divorate tutte in una settimana.
Nel prossimo acquario dovrò prevedere di non mettere quell'animale anche se mi sono affezionato.

Avatar utente
dnrfdn
Calloplesiops
Calloplesiops
Messaggi: 810
Iscritto il: 04/12/2015, 22:59
Località: Torino

Re: PICO-MED

Messaggio da dnrfdn » 27/01/2020, 23:26

Per i Dinoflagellati non ti saprei dire ma per le alghe in acqua dolce sono uno specialista.
So che le alghe (di qualunque genere) possono andare in competizione tra di loro producendo allelochimici, quindi a volte per combattere i Cianobatteri ho fatto crescere delle alghe che li hanno efficacemente fatti regredire.
In una vasca così piccola però non so quanto potresti impegnarti.
In America adesso va di moda il filtro ad alghe (turf scrubber) che in "teoria" potrebbe funzionare.
Una volta ho realizzato persino un filtro a Cianobatteri ma forse più per caso che per volontà, non si erano propagati in vasca e crescevano solo sul supporto.

Avatar utente
Jonathan Betti
Zebrasoma
Zebrasoma
Messaggi: 4369
Iscritto il: 20/01/2013, 20:26
Località: Rimini

Re: PICO-MED

Messaggio da Jonathan Betti » 27/01/2020, 23:41

dnrfdn ha scritto:Per qualche motivo misterioso mi sono perso tutta questa bellissima discussione.
Me la sono letta adesso tutta di un fiato, praticamente ha realizzato il mio sogno nel cassetto.
Chissà se quest'anno riuscirò a realizzare anche io il mio mediterraneo, purtroppo sono lontano dal mare :cry:

Ho misurato l'acqua del fiume di Rimini (dimenticato il nome) fino alla foce e tutta la zona intorno al porto ha (aveva) una densità di 1018-1020 quindi leggermente salmastra.

Ho preso dei campioni di alghe ma purtroppo la mia "piovra famelica" la Salaria fasciata, le ha divorate tutte in una settimana.
Nel prossimo acquario dovrò prevedere di non mettere quell'animale anche se mi sono affezionato.
In effetti l'ho allestito dopo la tua visita a Rimini, incuriosito dalla tua esperienza con diverse piccole vasche..
Ormai in vasca il granchio Favollo è cresciuto tanto da spostare persino le rocce più piccole, oltre alla sabbia per crearsi nuove tane.. Per non parlare poi delle anemoni, se le è mangiate tutte.. Sembra però che i pomodori di mare non siano di suo gradimento per fortuna.
I dinoflagellati sono quasi spariti del tutto, fa capolino qualche filamento soltanto a fine foto periodo per poi sparire durante la notte..
Nel complesso mi piace molto questo pico mediterraneo e considerando che abito al mare, è anche divertente andare a raccogliere durante la bella stagione. Quest'inverno ho fatto solo due cambi perché andare in spiaggia col freddo non mi alletta.. In primavera cercherò di catturare i granchi he ho per liberarli e ripopolare un po'.

Inviato dal mio FIG-LX1 utilizzando Tapatalk


Avatar utente
Jonathan Betti
Zebrasoma
Zebrasoma
Messaggi: 4369
Iscritto il: 20/01/2013, 20:26
Località: Rimini

Re: PICO-MED

Messaggio da Jonathan Betti » 27/01/2020, 23:50

In realtà a quel tipo di filtro ci avevo pensato ma nn c'è lo spazio in sump.. In compenso però in vasca crescono delle alghe primarie rosse..

Inviato dal mio FIG-LX1 utilizzando Tapatalk


Avatar utente
dnrfdn
Calloplesiops
Calloplesiops
Messaggi: 810
Iscritto il: 04/12/2015, 22:59
Località: Torino

Re: PICO-MED

Messaggio da dnrfdn » 28/01/2020, 12:25

Jonathan Betti ha scritto:
27/01/2020, 23:50
In realtà a quel tipo di filtro ci avevo pensato ma nn c'è lo spazio in sump.. In compenso però in vasca crescono delle alghe primarie rosse..

Inviato dal mio FIG-LX1 utilizzando Tapatalk
L'effetto allelopatico avviene quando una certa massa di una specie predomina rispetto al volume del biotopo inoltre la specie deve necessariamente essere a sua volta una specie a rapidissima crescita e potenzialmente invasiva, per questo le alghe filamentose verdi popolano il substrato del filtro ad alghe, mentre le macro alghe rosse abbelliscono la vasca ma hanno um potere quasi nullo alla fine della competizione contro i Dinoflagellati, a meno che non abbiano riempito l'intero volume della vaschetta ma a quel punto non avrebbe più senso.

Credo di aver avuto "forse" (non ne sono sicuro) una micro fioritura di Dino qualche anno fa ma poi le alghe verdi hanno preso il sopravvento facendoli scomparire.

Questo fenomeno lo studio da anni in acqua dolce dove sono approdato al mio più grande e folle esperimento cioè quello di dedicare un'intera vasca d'acqua dolce (30 litri come la tua) all'esclusiva (voluta) coltivazione di alghe invasive le quali proprio come volevo dimostrare non sono assolutamente facili da far crescere a comando in quanto una specie automaticamente uccide le altre.
Alcune specie come le diatomee non sopravvivono più di due giorni.
Se fatte crescere con certi criteri e con certi allestimenti persino alcune specie invasive possono avere un loro perchè...
Ultima modifica di dnrfdn il 28/01/2020, 14:54, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Jonathan Betti
Zebrasoma
Zebrasoma
Messaggi: 4369
Iscritto il: 20/01/2013, 20:26
Località: Rimini

Re: PICO-MED

Messaggio da Jonathan Betti » 28/01/2020, 13:30

Tt chiaro condivido..

Inviato dal mio FIG-LX1 utilizzando Tapatalk


Avatar utente
Jonathan Betti
Zebrasoma
Zebrasoma
Messaggi: 4369
Iscritto il: 20/01/2013, 20:26
Località: Rimini

Re: PICO-MED

Messaggio da Jonathan Betti » 14/02/2020, 19:52

... E lui cosa ci fa di fuori?
Se lo vedeva mia moglie sentiate gli urli sul forum Immagine

Inviato dal mio FIG-LX1 utilizzando Tapatalk


Avatar utente
stino
Zebrasoma
Zebrasoma
Messaggi: 1196
Iscritto il: 12/03/2017, 15:29
Località: Manfredonia

Re: PICO-MED

Messaggio da stino » 14/02/2020, 20:25

Curiosone!?
In effetti i granchi spesso sono fuori dall'acqua.

Inviato dal mio SM-N960F utilizzando Tapatalk


Rispondi

Torna a “Condividi il tuo acquario marino Mediterraneo”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite