Lo Stato del Clima: metà 2020

Rivista on-line per conoscere al meglio la terra e gli abitanti che vi abitano
Rispondi
Avatar utente
Pirataj
Calloplesiops
Calloplesiops
Messaggi: 999
Iscritto il: 29/03/2013, 14:37
Località: Avezzano AQ
Contatta:

Lo Stato del Clima: metà 2020

Messaggio da Pirataj » 03/08/2020, 14:10

Con i dati ora disponibili per la prima metà dell’anno, il 2020 ha tutte le carte in regola per essere stimato come il più caldo o il secondo anno più caldo mai registrato, a seconda dell’approccio utilizzato per calcolare le temperature globali.

Immagine


Anomalie climatiche registrate fino ad ora per il 2020
Le temperature globali della superficie sono state eccezionalmente calde nella prima metà del 2020, in relazione con il record per l’anomalia termica registrata nel 2016. Ciò è particolarmente notevole perché le condizioni di El Niño sono state ampiamente “neutrali” nel 2020 fino ad oggi, a differenza del 2016, che è stato notevolmente potenziato dal un evento di El Niño estremamente forte nel Pacifico tropicale.
Inoltre, giugno 2020 è stato il secondo più caldo (o primo) dall’inizio dei record nel 1850 nella maggior parte dei set di dati relativi alla temperatura superficiale.
Numerosi eventi di caldo estremo hanno caratterizzato i primi sei mesi del 2020; L’Australia ha visto un caldo record, mentre la Siberia ha registrato un calore sbalorditivo per gran parte dei primi sei mesi dell’anno – con la Siberia settentrionale che ha registrato circa +7 ° C rispetto al periodo preindustriale. Come vi abbiamo recentemente raccontato in un articolo dedicato i risultati di una recente scoperta rilevano che i cambiamenti climatici antropogenici hanno reso l’ondata di caldo della Siberia almeno 600 volte più probabile.
Suggeriamo la lettura di: Il prolungato caldo siberiano del 2020

Il 15 luglio 2020, l’estensione del ghiaccio marino artico era a un livello record per questo periodo dell’anno. In Groenlandia per la prima metà di luglio, lo scioglimento della superficie della calotta glaciale è stato superiore alla media del 1981-2010.
Suggeriamo la lettura: Ghiaccio marino artico mai così poco esteso in questo periodo.

Temperature medie primi sei mesi
I primi sei mesi del 2020 sono stati straordinariamente caldi, legati o leggermente indietro rispetto al 2016 (attualmente l’anno più caldo mai registrato).

La tabella seguente mostra la classifica dei mesi – con “1” che indica la temperatura più calda registrata per quel mese. Sono riportati i record di sei diversi gruppi di ricerca: NASA ; NOAA ; Met Office Hadley Center / UEA ; Berkeley Earth ; Cowtan e Way ; e Copernico / ECMWF .

Gennaio, aprile, maggio e giugno hanno stabilito un record di temperatura superficiale in almeno uno dei sei set di dati.



Articolo completo: http://www.themarsicanbear.com/2020/08/ ... meta-2020/
Cristian Barucca

Canale YouTube
The Marsican Bear

Pagina facebook @themarsicanbear cosi che vi arrivi la notifica quando uscirà il prossimo articolo.

Canale Telegram per ricevere le nostre principali notizie direttamente sul tuo telefono.

Profilo instagram @themarsicanbear.

Rispondi

Torna a “News sulla terra - grazie a The Marsican Bear”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite