Consigli per realizzare questo?

Per commentare imparare Aquascaping e tanto altro
Enrico fortuna
Avannotto
Avannotto
Messaggi: 6
Iscritto il: 19/03/2017, 18:08

Re: Consigli per realizzare questo?

Messaggio da Enrico fortuna » 19/03/2017, 18:27

filtro.JPG
filtro.JPG (44.75 KiB) Visto 1273 volte
qui il sistema con la sump
la vsca misurava 95x95x65
hqi 400w
fu la mia prima esperienza con l'aquascaping un pochino spinto..anno credo 2004

Avatar utente
CASPA
Chrysiptera
Chrysiptera
Messaggi: 12
Iscritto il: 15/03/2017, 19:25

Re: Consigli per realizzare questo?

Messaggio da CASPA » 19/03/2017, 19:55

Ok... Mi sa che vado sul filtro chiuso .. Quello che ha Dany va bene? É dichiarato per 500 litri.. Io ne ho 600...
Stavo guardando anche questo... http://www.aquariumline.com/catalog/fil ... 19272.html
É dato per 900 litri e ha lampada uv integrata... E non costa molto... 100 spedito... É valido?

Enrico fortuna
Avannotto
Avannotto
Messaggi: 6
Iscritto il: 19/03/2017, 18:08

Re: Consigli per realizzare questo?

Messaggio da Enrico fortuna » 19/03/2017, 21:27

non è il massimo, inoltre la lampada uv la sconsiglio vivamente.
meglio spendere di più, magari per un eheim o un oase o un jbl,
con 100 euro ci prendi un filtro per un 60 litri...
nel dolce il filtro sempre meglio sovradimensionato(non tanto per il volume filtrante, quanto per la portanza

Avatar utente
CASPA
Chrysiptera
Chrysiptera
Messaggi: 12
Iscritto il: 15/03/2017, 19:25

Re: Consigli per realizzare questo?

Messaggio da CASPA » 19/03/2017, 22:54

Che filtro mi consigliate?

Andrea
Avannotto
Avannotto
Messaggi: 5
Iscritto il: 20/03/2017, 0:22

Re: Consigli per realizzare questo?

Messaggio da Andrea » 20/03/2017, 1:46

Ciao a tutti,
concordo con Simone ed Enrico su quanto scritto fin ora, in particolare relativamente il filtraggio. Certo, tutto si può fare e dipende anche dall'orientamento dell'acquario e dalle specie di piante che si vogliono coltivare, ad ogni modo, l'uso di uno o più filtri esterni (nel tuo caso te ne consiglio due da porre ai lati opposti) è l'opzione migliore.
Per il resto, che dire, l'acquario ritratto in foto è un riferimento che, a parere personale s'intende, molto azzardato, nel senso che io non lo consiglierei mai ad un appassionato che si sta avvicinando a questo mondo e spiego il perchè: un acquario, che sia dolce che marino, per funzionare bene, ha bisogno di stabilità, condizione questa che implica una scelta accurata dei materiali e degli ospiti, meglio se fatta in fase di progettazione. Io sono dell'idea che un acquario funzioni bene nel lungo periodo se, prima di tutto, non ha elementi all'interno che possono creare perturbazioni al sistema ed inoltre se presente una buona massa vegetale. L'acquario in questione, sebbene sia una meraviglia, questo è innegabile, purtroppo manca di entrambi i fattori sopra citati: la consistente massa di rocce, se di natura carbonatica come in questo caso, svolge in presenza di CO2, una reazione che, giusto per portare un paragone con l'ambiente marino, è molto simile ad un reattore di Ca. L'incremento progressivo dell'alcalinità crea disagi non tanto per l'innalzamento del valore di pH a cui le piante potrebbero anche adattarsi, bensì per il continuo cambiamento dello stesso, fluttuazione che in qualche modo crea condizioni di stress alle diverse specie presenti. Solitamente porto questo esempio per semplificare la spiegazione: prendiamo in considerazione l'ipotesi di dover fare diversi viaggi, dall'Italia parto per l'Alaska, una volta arrivato il mio fisico si deve adattare al fuso orario e alle condizioni ambientali, dopo qualche giorno parto e vado in australia, ecco che si ripete di nuovo lo stesso processo, lo stress che il fisico subisce in questi casi non è affatto trascurabile e ve lo dico con piena cognizione di causa!

Altro aspetto che trovo essenziale è la copertura vegetale e la scelta delle specie. Le piante sono il primo sistema filtrante in un acquario proprio perchè utilizzano i rifiuti organici come principale fonte alimentare. Il processo è praticamente lo stesso per cui in ambiente marino viene talvolta viene utilizzato il refugium. Risulta quindi facile pensare che, maggiore è la quantità di piante utilizzata, maggiore sarà la capacità di rimozione dell'organico prodotto in vasca, non solo dai pesci, ma anche dalle piante stesse. Il concetto di base su cui si basa la teoria di gestione è il pensiero che in ogni caso l'acquario è un sistema chiuso, al cui interno intervengono diversi cicli, è quindi necessario fare in modo che questi processi possano essere chiusi al fine di evitare accumuli con potrebbero oltre a molte noie, anche degli interventi di manutenzione più frequenti.
La scelta delle specie da utilizzare dipende da diversi fattori quali tempo a disposizione da dedicare nella gestione, tipologia di tecnica e mi riferisco in particolare alla luce e molti altri, tuttavia il mio consiglio è sempre quello di scegliere una buona proporzione da piante a crescita lenta (specie sciafile) e a crescita veloce (specie eliofile). Le piante a crescita lenta oltre a determinare molto spesso lo scheletro del layout, forniscono massa vegetale, ma considerato il tasso di crescita molto lento, richiedono interventi di potatura meno frequenti rispetto invece a piante a crescita veloce il cui compito principale è assorbire e quindi ridurre il carico organico in vasca, ma le quali richiedono frequenti interventi di potatura, molto spesso anche settimanali. Dal punto di vista ornamentale, queste specie proprio in funzione al loro metabolismo, conferiscono maggiore dinamicità al layout.
In linea di massima, il mio consiglio è di inserire una percentuale di piante a crescita rapida pari o meglio oltre al 50% della totale massa vegetale, i riscontri nella semplicità di gestione saranno sicuramente evidenti.


Per ora concludo qua, mi dispiace se non sono stato molto sintetico, ma ho voluto precisare alcuni punti che a parere personale sono imprescindibili per chi si avvicina a questo mondo. Come avrete notato, molti di questi sono molto vicini al mondo marino, per questo magari banali ma, tuttavia, meglio ricordarli una volta in più che trascurarli no?

Buon divertimento a tutti!!

Avatar utente
Danireef
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7662
Iscritto il: 13/07/2011, 9:12
Località: Rimini
Contatta:

Re: Consigli per realizzare questo?

Messaggio da Danireef » 20/03/2017, 16:03

Simone, Enrico ed Andrea, grazie infinite!
Immagine
Vendo Vortech MP40w

Avatar utente
CASPA
Chrysiptera
Chrysiptera
Messaggi: 12
Iscritto il: 15/03/2017, 19:25

Re: Consigli per realizzare questo?

Messaggio da CASPA » 20/03/2017, 21:35

Ok scusate se nn ho risposto subito ma ero via...
Allora... Il mio obbiettivo é molto simile a quello in foto... Lo so che non.lo raggiungeró al primo colpo... Ma credo che aver ben chiaro l'obbiettivo mi semplificherà la vita...

Ho deciso che metto due filtri da 400L ... Anche per una questione di backup e di movimento... Pensavo a 2 hidor professional 350 (cosa ne dite?)

le rocce le volevo prendere qui in montagna... Ci sono rocce stratificate bellissime.... Deve sembrare una rupe a sbalzo su un letto ghiaioso con vegetazione a macchie... Ma deve essere molto spazioso... Pochi pieno... Deve essere moooolto luminoso... (posso usare i miei vecchi 3 cannonled da 100w?)

il cambio acqua volevo automatizzarlo... Creeró una centralina apposita con Arduino che mi svuota la vasca del TOT% e reintegro con acqua di osmosi (tramite elettrovalvola che ho gia dietro la vasca) con stop a galleggiante...
Penso mi dovrà spegnere anche i filtri nel momento del reintegro...

Andrea
Avannotto
Avannotto
Messaggi: 5
Iscritto il: 20/03/2017, 0:22

Re: Consigli per realizzare questo?

Messaggio da Andrea » 21/03/2017, 2:10

Ottima idea!!!

Avatar utente
CASPA
Chrysiptera
Chrysiptera
Messaggi: 12
Iscritto il: 15/03/2017, 19:25

Re: Consigli per realizzare questo?

Messaggio da CASPA » 21/03/2017, 10:46

bozza
Allegati
WhatsApp Image 2017-03-21 at 09.43.00.jpeg
WhatsApp Image 2017-03-21 at 09.43.00.jpeg (71.05 KiB) Visto 1248 volte

Enrico fortuna
Avannotto
Avannotto
Messaggi: 6
Iscritto il: 19/03/2017, 18:08

Re: Consigli per realizzare questo?

Messaggio da Enrico fortuna » 21/03/2017, 15:41

Mi piace...se hai bisogno...chiedi pure

Inviato dal mio CAM-L21 utilizzando Tapatalk

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite