Acquario marino in preparazione

Sezione dedicata a chi deve costruire il proprio primo acquario e non ha esperienza
xintos
Amphiprion
Amphiprion
Messaggi: 53
Iscritto il: 26/10/2018, 13:56

Acquario marino in preparazione

Messaggio da xintos » 26/10/2018, 19:48

Ciao,
sto preparando un acquario con queste caratteristiche:
La vasca è 120x60x55 con sump e refugium(caulerpa) con doppio scarico e doppia risalita.
Movimento 2 tunze 6055 (da consignlio di @Danireef penso di passare a due 6095)
Luce 2 Aquamai LRM
Risalita 2 Sicce 2.5
Skimmer Ultrareef UKS 180
Letto fluido Ultrareef uff003 (all'inizio pensavo di utilizarlo con il Seachem SeaGel) con una sicce syncra 1.5
Tunze osmolator 3155

Penso di allevare per lo piu' lps e sps.

Rimango in attesa di vostri consigli e suggerimenti :D

Avatar utente
Danireef
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 17717
Iscritto il: 13/07/2011, 9:12
Località: Rimini
Contatta:

Re: Acquario marino in preparazione

Messaggio da Danireef » 27/10/2018, 9:27

Bhè mi pare che sia una Ferrari! Aspettiamo di vedere il tutto installato allora.

xintos
Amphiprion
Amphiprion
Messaggi: 53
Iscritto il: 26/10/2018, 13:56

Re: Acquario marino in preparazione

Messaggio da xintos » 27/10/2018, 9:46

Secondo voi per il letto fluido puo' essere una buona idea iniziare con prodotti come il seagel o converrebbe investire subito sul secondo e separare carbone e resine?

Avatar utente
Danireef
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 17717
Iscritto il: 13/07/2011, 9:12
Località: Rimini
Contatta:

Re: Acquario marino in preparazione

Messaggio da Danireef » 27/10/2018, 12:36

Non ho provato il Seagel (Andrea se ci senti batti un colpo!!!), ma io separerei sempre le due cose. Carbone attivo a galla in sump e resine antifosfati alla bisogna nel letto fluido.

Andrea
Avannotto
Avannotto
Messaggi: 9
Iscritto il: 20/03/2017, 0:22

Re: Acquario marino in preparazione

Messaggio da Andrea » 29/10/2018, 10:14

Buongiorno a tutti, ringrazio Danilo per avermi coinvolto in questa discussione.
SeaGel come sapete é un blend con 50% carbone e 50% ossido di alluminio. L'uso congiunto dei materiali non ha nessuna controindicazione ne a livello di chimico, anzi, l'ossido consente la rimozione dei fosfati (anche se in ridottissima concentrazione) rilasciati dal carbone. Il problema del flusso, uno dei fattori determinanti per l'efficacia di entrambi i prodotti in SeaGel passa in secondo piano, in quanto entrambe i materiali hanno una forma sferica grazie alla quale viene garantito il massimo flusso e contatto con la superficie. Per quanto riguarda la durata dei diversi materiali, beh, si sa che é dipendente dalla concentrazione degli inquinanti, pertanto a mio parere SeaGel é un'ottima soluzione nel momento in cui ci sia la necessità di mantenere sotto controllo valori degli inquinanti non particolarmente rilevanti. Unico consiglio nell'uso di un filtro a letto fluido é fare attenzione ad evitare lo sfregamento tra le resine che potrebbe portare ad uno sgretolamento delle stesse.

xintos
Amphiprion
Amphiprion
Messaggi: 53
Iscritto il: 26/10/2018, 13:56

Re: Acquario marino in preparazione

Messaggio da xintos » 29/10/2018, 10:31

Grazie mille per la risposta esaustiva e competente. Mi chiedo a questo punto come procedere alla regolazione della pompa del filtro a letto fluido. Su cosa mi baso per la regolazione?

Andrea
Avannotto
Avannotto
Messaggi: 9
Iscritto il: 20/03/2017, 0:22

Re: Acquario marino in preparazione

Messaggio da Andrea » 29/10/2018, 12:53

Direi che la cosa piú semplice da fare sarebbe mettere la resina in una calza e inserirla nel reattore. So che é un po' assurdo considerando lo scopo di un filtro a letto fluido, ma permette di mantenere il materiale compatto ma allo stesso tempo garantire un buon flusso. Altra soluzione, piú comune, é regolare il flusso in modo da creare un leggero movimento della resina.

Avatar utente
Danireef
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 17717
Iscritto il: 13/07/2011, 9:12
Località: Rimini
Contatta:

Re: Acquario marino in preparazione

Messaggio da Danireef » 29/10/2018, 16:48

Bhè io uso sempre un minimo movimento superficiale della resina. Non ho mai idea di regolarlo come fosse un biopellet, ovvero con sfregamento vigoroso.

xintos
Amphiprion
Amphiprion
Messaggi: 53
Iscritto il: 26/10/2018, 13:56

Re: Acquario marino in preparazione

Messaggio da xintos » 03/11/2018, 13:00

Ecco la vasca incollata e pronta per essere allestita la prossima settimana :-DImmagineImmagine

Inviato dal mio ONEPLUS A3003 utilizzando Tapatalk


Avatar utente
Danireef
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 17717
Iscritto il: 13/07/2011, 9:12
Località: Rimini
Contatta:

Re: Acquario marino in preparazione

Messaggio da Danireef » 03/11/2018, 14:03

Sempre belli gli acquari!!!

Rispondi

Torna a “Il mio primo acquario marino”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 19 ospiti