prima vasca marina askoll pure marine xl hc led 130l

Sezione dedicata a chi deve costruire il proprio primo acquario e non ha esperienza
Avatar utente
Blackshark
Zebrasoma
Zebrasoma
Messaggi: 2168
Iscritto il: 17/04/2018, 21:48
Località: Poggio Torriana-Rimini-

Re: prima vasca marina askoll pure marine xl hc led 130l

Messaggio da Blackshark » 08/11/2019, 20:03

Da quello che so io le tridacne che hanno il mantello verde vivono più in profondità quindi necessitano di meno luce e credo che nella tua vasca con l' illuminazione che hai potrebbero andare bene.

Mentre tutte le altre tridacne con msntello blu giallo marrone necessitano di una illuminazione più intensa perché sono bivalve che vivono molto vicino alla superficie.

Sentiamo i piu esperti...


Inviato dal mio SM-G965F utilizzando Tapatalk

Immagine

Avatar utente
Danireef
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 14665
Iscritto il: 13/07/2011, 9:12
Località: Rimini
Contatta:

Re: prima vasca marina askoll pure marine xl hc led 130l

Messaggio da Danireef » 09/11/2019, 11:14

ant64o ha scritto:
08/11/2019, 19:34
Una tridacna con questo livello di illuminazione sarà impossibile da mantenere?
La tridacna è l'unico animale in mare che non vada in fotoinibizione, per cui... direi che va bene solo sotto luce forte

ant64o
Centropyge
Centropyge
Messaggi: 110
Iscritto il: 28/09/2018, 14:42

Re: prima vasca marina askoll pure marine xl hc led 130l

Messaggio da ant64o » 12/11/2019, 21:59

Dopo aver inuziato ad usare carbone attivo e schiumatoio si è determinata una drastica riduzione dei cianobatteri che hanno però lasciato sulla sabbia abbondanti detriti sulla sabbia bianca.
Cambio l oruentamento delle pompe per cercare di smuoverla un po'?
Immagine

Immagine


ant64o
Centropyge
Centropyge
Messaggi: 110
Iscritto il: 28/09/2018, 14:42

Re: prima vasca marina askoll pure marine xl hc led 130l

Messaggio da ant64o » 17/11/2019, 17:34

Sino a metà agosto sembrava procedere tutto in modo regolare salvo una piccola euphyllia parancora che sin
da quando inserita in vasca ha mostrato un lento decadimento.
Immagine

Con il caldo di fine agosto e primi di settembre un po' di coralli sono andati in sofferenza con un innalzamento dei fosfati e temperature della vasca tra i 29 e 30° nonostante l'impiego della ventola antra borea.
Con i cambi d'acqua (due al 50%) ho riportato i fosati a valori normali, ho iniziato a inserire del carbone attivo e della zeolite nel vano filtro del coperchio e ho iniziato a somministrare ai coralli un paio di colte la settimana Hikari Coralific Delite con una siringa.
Un Homophyllia bowerbanki che sembrava competamente svuotata ha inaspettatamente dato segni di ripresa con l'alimentazione regolare.
Immagine
la Lobophyllia in vasca da quasi un hanno invece sta inesorabilmente perdendo tessuto.

Immagine
Anche la calaustrea furcata che sino a metà agosto non mostrava alcuna sofferenza ha iniziato un progressivo declino e al momento ne è rimasto un solo calice.
I copepodi presenti sulle rocce e sul fondo sono spariti.
A fine settembre ho provato ad aggiungere una Tunze marine ecochic da 10 w che ho posizionato in corrispondenza della parte piu' alta della rocciata dove è posizionata la calaustrea e l'altro corallo verde di cui vorrei conoscere il nome.
Anche questo corallo ha mostrato segni di sofferenza presentando una porzione di superficie scura ma sembra stia dando segni di crescita posto direttamente sotto la lampada.
Immagine
Con l'inserimento della lampada la formazione di patina sui vetri è aumentata notevolmente costringendomi ad una pulizia quasi quotidiana.
Verso la fine di ottobre ho inserito lo skimmer 9004 anche per eliminare il quantitativo organico di patina algale che rimuovevo dai vetri e rimaneva in vasca e in previsione dell'imminente arrivo del centropyge che avevo richiesto da tempo al negoziante.
Nei giorni successivi i cianobatteri abbondantemente presenti sul fondo e sulle rocce sono regrediti quasi totalmente e la patina algale sui vetri si forma in misura notevolmente ridotta.
Il problema è che il regresso dei coralli non sembra arrestato
Immagine
Persino la xenia pumping ha iniziato a regredire e ne è rimasto un minuscolo pezzetto che sparità presto. L'Acanthastrea lordhowensis, l'unico che sembrava prosperare, ha purtroppo attirato le attenzioni del centropyge. e al momento resta chiuso.
I valori dell'acqua sembrano regolari compresi i fosfati e la salinità.
Attualmente cambio 15 l di acqua ogni 15 giorni. Sino adesso ho alternato vibrant sea saecem e Tropic Marin Pro Reef.
Somministro 4 ml di fitoplancton colombo giornalmente ( in vasca ci sono piccole spugne arancione, gialle e nere in aumento)
le pompe, due rossmont 3400 sono azionate alternativamente per 6 ore con una contemporaneità di 15 minuti
A questo punto non so che pesci prendere.
Come opzioni potrei:
1 aspettare e vedere come evolve
2 fare fare delle analisi tipo un test triton e verificare l'eventuale presenza di metalli
3 mettere in gabbia l'Astropyga radiata che mi ribalta i coralli e sospetto ci faccia anche degli spuntini
4 aggiungere una ecochic ful spectrum
5 convertire il tutto a dolce.


ant64o
Centropyge
Centropyge
Messaggi: 110
Iscritto il: 28/09/2018, 14:42

Re: prima vasca marina askoll pure marine xl hc led 130l

Messaggio da ant64o » 18/11/2019, 22:37

nitriti 0,05
nitrati 0,7
Po4 <0,3 qui non riesco a distinguere la scala del tropic marine

Ca 440
mg 1400
kh 7,2

Ph tra 8,3 e 8 con luce e senza

comunque in linea con i valori rilevati prima dell'estate

Avatar utente
Danireef
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 14665
Iscritto il: 13/07/2011, 9:12
Località: Rimini
Contatta:

Re: prima vasca marina askoll pure marine xl hc led 130l

Messaggio da Danireef » 19/11/2019, 21:47

Calcio e magnesio un po' alti, ma nulla di preoccupante.
Un test ICP lo farei comunque

ant64o
Centropyge
Centropyge
Messaggi: 110
Iscritto il: 28/09/2018, 14:42

Re: prima vasca marina askoll pure marine xl hc led 130l

Messaggio da ant64o » 19/11/2019, 22:37

un Aquaforest MarinLab ICP-OES Test Kit 1?


Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: ginorisso e 4 ospiti