Diminuzione no3 all'aumentare della quantità di luce

Affrontiamo insieme il piccolo mondo dei nanoreef
Avatar utente
salasandra
Centropyge
Centropyge
Messaggi: 137
Iscritto il: 10/04/2018, 14:45

Diminuzione no3 all'aumentare della quantità di luce

Messaggio da salasandra » 28/09/2019, 12:21

Salve,
Ho un giovane nanoreef di circa 120l + 70l in sump, gestione dsb( 13/14cm), partito a maggio di quest'anno.
Si tratta di un cubo (60lx50px60h) in cui ho utilizzato una sola plafoniera in fase d'avvio (per circa 1 mese), una AI prime hd, per poi aggiungere una seconda plafoniera una volta trasferito tutto il vivo dalla vecchia vasca.
Con l'aumentare della luce ho visto scendere velocemente gli no3: nel giro di una settimana sono passati da 10/15ppm a circa 2ppm. Poi durante l'estate, a causa di problemi dovuti all'aumento della temperatura ed ad una esplosione di dinoflagellati, ho spento una plafoniera ed ho visto risalire gli no3 da 2ppm a 10/15ppm.
Dopo aver risolto il problema dei dino, con l'arrivo dell'autunno e una temperatura più bassa, ho riacceso la seconda plafo ( tenuta spenta durante tutta l'estate) e di nuovo ho riscontrato un abbassamento degli no3 scesi di nuovo a circa 2ppm, quasi a zero.
Chiedo a chi è più esperto: che correlazione c'è tra queste 2 variabili: no3 e luce?
Immagino che si tratti meccanismi legati a reazioni di ossidoriduzione, ma mi piacerebbe aver più chiaro il meccanismo in questione.
Grazie a chi vorrà far luce su queste mie lacune


Inviato dal mio SM-N960F utilizzando Tapatalk


Avatar utente
Danireef
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 14637
Iscritto il: 13/07/2011, 9:12
Località: Rimini
Contatta:

Re: Diminuzione no3 all'aumentare della quantità di luce

Messaggio da Danireef » 28/09/2019, 16:38

120 litri non lo chiamerei nanoreef, tecnicamente i nano sono quelli da meno di 50 litri, sotto i 100 sono i mini.
Detto questo, più per scherzare che per altro.

Come hai detto più luce porta a più reazioni ossidative. Così semplicemente.

Avatar utente
Davide_m
Zebrasoma
Zebrasoma
Messaggi: 2105
Iscritto il: 10/01/2015, 12:33
Località: Castano Primo (MI)
Contatta:

Re: Diminuzione no3 all'aumentare della quantità di luce

Messaggio da Davide_m » 28/09/2019, 18:29

salasandra ha scritto:
28/09/2019, 12:21
a causa di problemi dovuti all'aumento della temperatura ed ad una esplosione di dinoflagellati, ho spento una plafoniera ed ho visto risalire gli no3 da 2ppm a 10/15ppm.
Dopo aver risolto il problema dei dino,
come hai risolto? potresti salvare tanta gente....
Davide

Miei Articoli sul Magazine Danireef
Se vuoi chiedermi qualcosa a riguardo c'é l'apposita sezione

Avatar utente
salasandra
Centropyge
Centropyge
Messaggi: 137
Iscritto il: 10/04/2018, 14:45

Re: Diminuzione no3 all'aumentare della quantità di luce

Messaggio da salasandra » 28/09/2019, 19:16

Davide_m ha scritto:
salasandra ha scritto:
28/09/2019, 12:21
a causa di problemi dovuti all'aumento della temperatura ed ad una esplosione di dinoflagellati, ho spento una plafoniera ed ho visto risalire gli no3 da 2ppm a 10/15ppm.
Dopo aver risolto il problema dei dino,
come hai risolto? potresti salvare tanta gente....
Beh...presa dal panico ho fatto un po' di tutto
Ho iniziato con un cambio totale di tutti gli stadi dell'impianto di osmosi (prefiltro, carbone, membrana, resine anti silicati e anti fosfati), ho svuotato la tanica di rabocco e l'ho pulita con acqua ossigenata, riempiendola con acqua di osmosi a zero tds e senza silicati (che abbondano nella mia acqua di rete).
Ho introdotto una decine di lumache mediterranee, le gibula sp, simili alle turbo ma che teoricamente dovrebbero nutrirsi anche di dinoflagellati, ho sospeso l'alimentazione dei coralli e la somministrazione dei vari integratori che utilizzo quotidianamente (iodio, zeostart) per una settimana, senza interrompere il balling per cercare di aumentare il kh. Ho inserito un filtro con calce sodata per aumentare il ph, tendenzialmente basso nelle mie vasche marine da sempre, ho inserito uno stc 100 per un controllo migliore della temperatura in modo che si mantenesse sui 25.5°C.
Ho iniziato a dosare quotidianamente e abbondantemente coral snow della korallen zucht ( 5ml al giorno, il massimo della dose consigliata) per una settimana ed infine ho contemporaneamente spento le luci per 4gg, alimentando i pesci solo una volta al giorno, invece di 2 volte come ho sempre fatto.
Dopo i 4 gg di buio ho riacceso una sola plafoniera ed i dino erano scomparsi...ho avuto paura che potessero tornare e non ho riacceso la seconda plafo per tutta l'estate, sono stata fortunata e non sono più riapparsi.
Tirando le somme questi gli interventi di maggior efficacia:
- 4 gg di buio
- dosi massicce di coral snow
- temperatura stabile al di sotto dei 26°C
- acqua di osmosi a zero tds e senza silicati.
Tutto il resto non è stato decisivo: le gibula (inserite una settimana prima del trattamento drastico con buio e coral snow) hanno pulito ben poco e la metà è morta nel corso dell'estate, il kh è salito di poco: da 7 a 9, come il ph che nonostante la calce sodata è rimasto invariato, sempre a 7,9 massimo.
Spero di esser d'aiuto a qualcuno

Inviato dal mio SM-N960F utilizzando Tapatalk


Avatar utente
Danireef
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 14637
Iscritto il: 13/07/2011, 9:12
Località: Rimini
Contatta:

Re: Diminuzione no3 all'aumentare della quantità di luce

Messaggio da Danireef » 28/09/2019, 19:58

Bhè bisognerebbe che altri provassero questo protocollo per dirci se possa funzionare o meno... potrei farci un articolo riservato sul sito... ora ci penso, perché l'idea è interessante.

Avatar utente
salasandra
Centropyge
Centropyge
Messaggi: 137
Iscritto il: 10/04/2018, 14:45

Re: Diminuzione no3 all'aumentare della quantità di luce

Messaggio da salasandra » 28/09/2019, 20:40

L'utilizzo del coral snow in dosi massicce mi è stato suggerito da un amico più esperto prima lo utilizzavo solo una volta a settimana, come faccio tuttora. Ti posso dire che insieme a me anche altri acquariofili (in 5/6 credo) lo hanno utilizzato quest'estate contro i dino con risultati efficaci, qualcuno senza neanche spegnere le luci, come ho fatto io... però i vari dettagli delle 5/6 vasche in cui è stato utilizzato il coral snow non li conosco. Se lo ritieni utile posso chiedere maggiori dettagli o farti contattare direttamente dall'acquariofilo più esperto che ci ha suggerito il "prodotto miracoloso" ed ha seguito meglio le varie vasche

Inviato dal mio SM-N960F utilizzando Tapatalk



Avatar utente
Davide_m
Zebrasoma
Zebrasoma
Messaggi: 2105
Iscritto il: 10/01/2015, 12:33
Località: Castano Primo (MI)
Contatta:

Re: Diminuzione no3 all'aumentare della quantità di luce

Messaggio da Davide_m » 29/09/2019, 19:58

il tutto è molto interessante, riduzione della CO2 disciolta e acqua a zero su tutto.
KH +2 non é poco.
Davide

Miei Articoli sul Magazine Danireef
Se vuoi chiedermi qualcosa a riguardo c'é l'apposita sezione

Avatar utente
salasandra
Centropyge
Centropyge
Messaggi: 137
Iscritto il: 10/04/2018, 14:45

Re: Diminuzione no3 all'aumentare della quantità di luce

Messaggio da salasandra » 29/09/2019, 20:49

Concordo sul fatto che un +2 nel kh non sia poco, ma avevo letto che nei casi in cui lo si aumenta di proposito per contrastare i dinoflagellati si arriva anche a kh 12... per questo mi era sembrato comunque "basso"... forse è stato anche questo un elemento utile a cui non ho dato il giusto peso

Inviato dal mio SM-N960F utilizzando Tapatalk


Avatar utente
salasandra
Centropyge
Centropyge
Messaggi: 137
Iscritto il: 10/04/2018, 14:45

Re: Diminuzione no3 all'aumentare della quantità di luce

Messaggio da salasandra » 29/09/2019, 21:25

Aggiungo un'ulteriore dato che ho dimenticato di citare precedentemente: la riduzione di mangime per i pesci e la sospensione totale dell'alimezione dei coralli mirava alla riduzione degli no3 che in quel periodo erano di circa 2 ml/l. Dopo i 4gg di buio e la scomparsa dei dino il valore degli no3 era salito di nuovo oltre i 15ml/l...inizialmente ho pensato di aver "mancato l'obiettivo" ...ora mi rendo conto che il loro aumento è stato dovuto alla mancanza di luce e forse anche alla decomposizione dei dino stessi, unico fattore al quale avevo pensato inizialmente.

Inviato dal mio SM-N960F utilizzando Tapatalk


Avatar utente
Davide_m
Zebrasoma
Zebrasoma
Messaggi: 2105
Iscritto il: 10/01/2015, 12:33
Località: Castano Primo (MI)
Contatta:

Re: Diminuzione no3 all'aumentare della quantità di luce

Messaggio da Davide_m » 30/09/2019, 14:44

salasandra ha scritto:
29/09/2019, 21:25
decomposizione dei dino stessi
in merito a quanto sopra, hai inserito zeoliti, o carbone per eliminare la presenza di eventuali tossine nocive?
ne hai avuto prova effettiva di queste tossine su altri animali? (es. scomparsa fauna bentonica)
Quale era la gestione prima della comparsa dei Dinoflagellati? Zeovit puro?
Davide

Miei Articoli sul Magazine Danireef
Se vuoi chiedermi qualcosa a riguardo c'é l'apposita sezione

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti