Va bene questa gestione dei batteri?

stefa.pucci73
Centropyge
Centropyge
Messaggi: 153
Iscritto il: 30/12/2015, 20:21

Re: Va bene questa gestione dei batteri?

Messaggio da stefa.pucci73 » 03/02/2016, 20:03

Prima filtro anti sedimenti... Doppio


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Avatar utente
Hkk.2003
Acanthurus
Messaggi: 10278
Iscritto il: 16/11/2014, 23:34
Località: Torino

Re: Va bene questa gestione dei batteri?

Messaggio da Hkk.2003 » 03/02/2016, 20:18

Quello di sicuro, ma come mai dopo filtro sedimenti e niente carbone?

Sent from my MI 2S using Tapatalk
Immagine

Facci sapere dove abiti: Geolocalizzazione Utenti DaniReef

stefa.pucci73
Centropyge
Centropyge
Messaggi: 153
Iscritto il: 30/12/2015, 20:21

Re: Va bene questa gestione dei batteri?

Messaggio da stefa.pucci73 » 03/02/2016, 21:18

Il carbone è dopo la membrana e prima del filtro anti silicati. Quindi:

Acqua di rete
Filtro sedimenti (2)
Membrana
Carbone
Filtro anti NO3, PO4, SiO2

È doppio solo perché volevo provare se con 2 si riduceva il TDS (non si riduce). Poi metterò extreme di aqua1 a valle di tutto. Purtroppo l'ho ordinato prima di vedere il tuo secondo suggerimento ed ho ordinato un contenitore in linea e non a bicchiere.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Avatar utente
Hkk.2003
Acanthurus
Messaggi: 10278
Iscritto il: 16/11/2014, 23:34
Località: Torino

Re: Va bene questa gestione dei batteri?

Messaggio da Hkk.2003 » 03/02/2016, 21:43

Si ma quanti bicchieri hai?

Se attualmente hai tutti bicchieri, puoi sempre optate per una soluzione tipo:

Sedimen
Carbone
Membrana
Filtro 2/3/4
Deionizzanti....

Poi visto che non conosco il filtro 2/3/4, appena si esaurisce, lo svuoti e lo carichi con altre deion extreme o con altre resine Deionizzanti che altri ti consiglieranno.

Ad esempio, ora come ora, uso le resine di Gabriele (acquaticlife) perché Luca (Aqua1) non si è fatto vedere a Piacenza :/

Per la cronaca, Gabriele, è l'unico che mi abbia venduto una staffa a 5 bicchieri.

In ogni caso, prova a sentire Luca, magari fai ancora in tempo a cambiare l'ordine....

Sent from my MI 2S using Tapatalk
Immagine

Facci sapere dove abiti: Geolocalizzazione Utenti DaniReef

Avatar utente
Danireef
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 10482
Iscritto il: 13/07/2011, 9:12
Località: Rimini
Contatta:

Re: Va bene questa gestione dei batteri?

Messaggio da Danireef » 03/02/2016, 22:45

prima carbone, poi sedimenti , poi membrana... per il resto concordo

mantu
Centropyge
Centropyge
Messaggi: 297
Iscritto il: 11/01/2016, 11:00

Re: Va bene questa gestione dei batteri?

Messaggio da mantu » 03/02/2016, 22:55

Scusa Dani io dall'ingresso ho sedimenti 1 micron, carbone 5 micron, membrana, resine post filtro... Sbaglio qualcosa??


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

stefa.pucci73
Centropyge
Centropyge
Messaggi: 153
Iscritto il: 30/12/2015, 20:21

Re: Va bene questa gestione dei batteri?

Messaggio da stefa.pucci73 » 03/02/2016, 22:57

Nessun bicchiere... Tutto in linea... Ma posso cambiare la sequenza


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Avatar utente
Hkk.2003
Acanthurus
Messaggi: 10278
Iscritto il: 16/11/2014, 23:34
Località: Torino

Re: Va bene questa gestione dei batteri?

Messaggio da Hkk.2003 » 04/02/2016, 1:00

Come carboni per primi?

Danilo, ho controllato la recensione del 75sx DR e c'è prima il sedimento del carbone.....

Sent from my MI 2S using Tapatalk
Immagine

Facci sapere dove abiti: Geolocalizzazione Utenti DaniReef

Avatar utente
Danireef
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 10482
Iscritto il: 13/07/2011, 9:12
Località: Rimini
Contatta:

Re: Va bene questa gestione dei batteri?

Messaggio da Danireef » 04/02/2016, 12:06

uh... sicuro?

leggi:
Filtro per i sedimenti

Il filtro per i sedimenti è un semplice filtro a maglie che permette l’attraversamento solo a particelle finissime di materiale, è quindi di fondamentale importanza cambiarlo abbastanza spesso per evitare che si possa ostruire, diminuendo la pressione all’interno della membrana e diminuendone la resa.

Il filtro è necessario che sia di buona qualità, in quanto è fondamentale che le particelle presenti nell’acqua siano trattenute per evitare che attraversando il filtro possano arrivare alla membrana danneggiandola.

Per questo è importante che venga posto a monte della membrana e subito dopo ad un eventuale filtro a carboni attivi. Per mia esperienza suggerirei il suo cambio almeno una volta ogni 6 mesi, eventualmente anche 12 mesi nel caso si avesse un impianto addolcitore a valle dell’impianto che quindi possiede già un filtro a maglie.

Avatar utente
Hkk.2003
Acanthurus
Messaggi: 10278
Iscritto il: 16/11/2014, 23:34
Località: Torino

Re: Va bene questa gestione dei batteri?

Messaggio da Hkk.2003 » 04/02/2016, 14:44

Diciamo che io ho aperto il sito al volo e la prima cosa che mi è capitata è stata l'anteprima dove vedo:
La membrana è una Filmtec da 75 galloni, mentre i tre prefiltri sono stati caricati rispettivamente con una cartuccia a sedimenti da 5 micron, una cartuccia a carbone pressato sempre a 5 micron, e l’ultimo prefiltro è stato caricato con delle resine a scambio ionico per l’eliminazione degli eventuali residui in uscita dalla membrana ....
e poi la foto è chiaramente esplicativa:

Immagine

ora però vediamo di far nascere qualcosa di costruttivo, pertanto ti chiedo: come mai tu suggerisci di utilizzare prima il carbone e poi i sedimenti, quanto in genere le proposte commerciali sono tutte disposte in maniera opposta?

Posso portarti alcuni esempio tra cui:

Forwater OSMOPURE50 PRO08 - 50 GPD
Nella cui descrizione degli elementi si legge:
  • Sistema di filtrazione meccanica costituito da una cartuccia a sedimenti ad alta efficienza a 5 micron per la filtrazione di ruggine, sabbia, particelle in sospensione (si raccomanda di sostituire la cartuccia ogni 2500 – 3000 galloni e comunque entro i 6 mesi e non oltre i 12 mesi per consentire la massima vita alla membrana osmotica e una resa costante);
  • Sistema di filtrazione a carbone attivo costituito da una cartuccia a carbone attivo sinterizzato che grazie alla sua struttura è in grado di adsorbire efficacemente il cloro che potrebbe rovinare la membrana e tutte le sostanze nocive presenti in acqua come i pesticidi, ecc. (si raccomanda di sostituire la cartuccia ogni 2500 – 3000 galloni e comunque entro i 6 mesi e non oltre i 12 mesi per consentire la massima vita alla membrana osmotica e una resa costante);
  • Membrana osmotica. della Dow Filmtec da 50 GPD che riduce drasticamente il contenuto delle sostanze presenti nell’acqua di alimento con una reiezione di circa 97 – 98 %. Attraverso questo processo tutte le sostanze indesiderate disciolte nell’acqua sono separate grazie ad essa producendo il permeato (acqua assolutamente pura) e il concentrato il quale viene portato allo scarico (acqua contenente i sali disciolti e tutti gli inquinanti);
  • Deionizzatore con resine silco. Il deionizzatore purifica ulteriormente il permeato per avere una acqua totalmente deionizzata e desicilizzata di altissima qualità e con un elevato grado di purezza. Le resine contenute nella cartuccia trasparente apribile hanno la capacità di virare di colore durante l’esaurimento passando dal verde smeraldo al blu con un effetto cromatico di notevole effetto.
Acquatic Life - WaterPure 50gpd - 190lt/g
e preso dalla descrizione dal sito di:
L'impianto è composto da:
  • 1 Pre filtro Anti sedimenti 5 mcr
  • 1 Carbone Attivo
  • Membrana 50 gpd
  • post filtro Anti Silicati compreso di lettore TDS
Se però andiamo oltre, sempre sul sito di Gabriele, si arriva ad un impianto "violento" Acquatic Life - Osmo Professional De Luxe XL 75gpd

la cui composizione addirittura prevede 2 carboni, ma sempre dopo i sedimenti:
  • 1 Resina Pre- Osmosi
  • 1 Prefiltro Anti Sedimenti 5 micron
  • 2 Filtri a carboni 10 micron
  • 1 Membrana 75 gpd
  • 1 post filtro Antisilicati Deionizzante
Googlando alla ricerca di altri impianti mi sono imbattuto in questo: Proline plus - 1M - 50 GPD - acqua naturale ambiente - accumulo da 18 lt
e da questo sito leggo:
  • Prefiltrazione a sedimenti + carboni attivi + carbon block
  • Lampada UV
  • 1 Membrana 50 GPD
  • 1 post filtro a carbone
Questo impianto non è per uso acquariofilo, ma in ogni caso i carboni sono dopo ai sedimenti.

Per finire andiamo a vedere cosa propone Luca:
partiamo dalla versione base: Aqua1 75SX la cui composizione prevede:
  • 1 filtro trasparente a bicchiere da 10” con cartuccia sedimenti da μ5 in polipropilene AD, atta a trattenere con azione meccanica tutte le impurità eventualmente contenute nell’acqua di rubinetto. La cartuccia sedimenti deve essere sostituita ogni 8-9.000 litri o comunque non oltre i 6 mesi di utilizzo, onde evitare una diminuzione di resa dell’apparecchio e un deterioramento precoce della membrana.
  • filtro a bicchiere da 10” con cartuccia di carbone pressato da μ10, atta ad adsorbire ed eliminare il cloro presente nell’acqua di rubinetto (che rovinerebbe in maniera irreparabile la membrana) ed altri eventuali inquinanti. Anche il prefiltro a carbone attivo deve essere sostituito ogni 8-9.000 litri o comunque non oltre i 6 mesi di utilizzo, onde evitare una diminuzione di resa dell’apparecchio e un deterioramento precoce della membrana.
  • 1 filtro a bicchiere da 10″ con cartuccia di carbone granulare super assorbente
  • 1 membrana osmotica in poliammide TFC FILMTEC 75GPD che elimina il 96-98 degli inquinanti presenti nell’acqua di rubinetto.
Per poi finire alla "nostra" versione Aqua1 75SX-DR
Secondo me, nella descrizione Luca ha corretto il 75sx liscio e non ha aggiornato l'ordine dei bicchieri, gli scriverò suggerendo la variazione, in ogni caso:
  • 1 filtro trasparente a bicchiere da 10” con cartuccia sedimenti da μ5 in polipropilene AD, atta a trattenere con azione meccanica tutte le impurità eventualmente contenute nell’acqua di rubinetto. La cartuccia sedimenti deve essere sostituita ogni 8-9.000 litri o comunque non oltre i 6 mesi di utilizzo, onde evitare una diminuzione di resa dell’apparecchio e un deterioramento precoce della membrana.
  • 1 filtro a bicchiere da 10” con cartuccia di carbone pressato da μ10, atta ad adsorbire ed eliminare il cloro presente nell’acqua di rubinetto (che rovinerebbe in maniera irreparabile la membrana) ed altri eventuali inquinanti. Anche il prefiltro a carbone attivo deve essere sostituito ogni 8-9.000 litri o comunque non oltre i 6 mesi di utilizzo, onde evitare una diminuzione di resa dell’apparecchio e un deterioramento precoce della membrana.
  • 1 filtro trasparente a bicchiere da 10″ con cartuccia riutilizzabile caricata con resina DEION-EXTREME
  • 1 membrana osmotica in poliammide TFC FILMTEC 75GPD che elimina fino al 99% degli inquinanti presenti nell’acqua di rubinetto.
A questo punto, per trasformare questo topic in un qualcosa di molto costruttivo ti chiedo di spiegare come mai, a differenza dei produttori sopra citati, consigli di mettere il carbone prima dei sedimenti.

Illuminaci, grazie ^_^
Immagine

Facci sapere dove abiti: Geolocalizzazione Utenti DaniReef

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti